russi

Article

June 26, 2022

La parola francese Russes significa: da un lato un gruppo etnico slavo dell'Europa orientale, che vive principalmente in Russia e nei paesi che facevano parte dell'ex impero russo e dell'ex URSS, in russo: русские - pronunciato rousskiïé ; dall'altro i cittadini russi, indipendentemente dalla loro etnia (vedi Nazionalità in URSS per trovare informazioni su altri gruppi etnici che vivono in Russia); in russo: Россиянин, plurale Rossiïanine, a volte tradotto in francese con il termine, raro, dal russo.La distinzione linguistica tra questi due termini, anche se non sempre rispettata, corrisponde a una distinzione giuridica nei paesi ex sovietici ed ex satelliti dell'URSS tra la "cittadinanza" secondo ius soli, che riguarda tutti i cittadini di un paese (azerbaigiani, kazaki, russi, ecc.) indipendentemente dalle loro origini, lingue o credenze, e la "nazionalità" in senso etnico del termine, secondo il diritto del sangue, che riguarda solo i membri di un gruppo culturale riconosciuto dall'etnografia sovietica (azeri, kazaki, russi, ecc.); La Cina popolare usa la stessa distinzione per i suoi vari popoli. Secondo il censimento del 2002, il gruppo etnico russo costituisce oltre l'80% della popolazione russa. In linguistica, data la polisemia del demonimo "russo", preferiamo riferirci alle comunità minoritarie russe nei paesi dell'ex URSS con il termine di lingua russa, per non confonderle con i cittadini russi. "Russofoni" ha un significato più ampio di "russi", perché parte delle popolazioni indigene non russe di questi paesi divennero anche di lingua russa a causa della russificazione che aveva reso il russo la lingua della comunicazione interetnica (язык межнационального obщения ). Come aggettivo, "russi" può riferirsi non solo a tutto ciò che proviene dalla Russia odierna, ma anche dall'ex URSS, dall'ex impero russo, dall'ex Principato di Russia, dagli ex principati slavi orientali e dall'ex Rus' di Kiev. : guerre russo-bizantine, Chiesa russa, comunismo russo, zona di influenza russa, astronautica russa, cultura russa, musica russa, letteratura russa, balletti russi, diaspora russa.

Persone

Come gruppo etnico, i russi sono la comunità più grande d'Europa e una delle più grandi al mondo con una popolazione di quasi 143 milioni di persone nel 2012. Circa 116 milioni di membri di questa comunità vivono in Russia e altri diciotto milioni vivono nei paesi vicini o una volta parte dell'Impero russo e poi dell'URSS. Un numero relativamente elevato di russi, circa tre milioni, vive in altre parti del mondo, principalmente nel Nord America e nell'Europa occidentale, ma anche nell'Europa orientale (centrale), in Asia e altrove. Nel 1914, i russi rappresentavano circa 65 milioni di persone per 125 milioni di abitanti dell'Impero di Russia.

Religioso

Prima del X secolo, i russi erano seguaci della mitologia slava con divinità come Perun e Veles per fulmini, tempeste e guerre, Khors per il sole, Dajbog per il tempo, Stribog per il vento, Jiva, Mokoch e Simargl, per la fertilità del terra, piante, animali e umani, Svantovit e Chernobog per punizioni e inferno, e le ninfe roussalka, wili o vodník per acque e incantesimi. Se nelle campagne, nei racconti tradizionali e in alcune tradizioni popolari si trovano ancora tracce di queste antiche credenze e rituali, è la tradizione cristiana ortodossa russa che, storicamente e culturalmente, domina tra i russi come tratto identitario, ma ciò non implica che tutti i russi sono osservanti o addirittura religiosi. La Chiesa ortodossa russa ha svolto un ruolo importante nella storia