Rue de la Paix (Parigi)

Article

July 1, 2022

Rue de la Paix è una strada nel 1° e 2° arrondissement di Parigi.

Posizione e accesso

Rue de la Paix collega Place Vendôme e l'Opéra Garnier. Situato in un quartiere prestigioso e benestante della capitale, comprende principalmente case di alta gioielleria come Cartier, Van Cleef & Arpels, Fred o Mellerio, negozi di lusso, grandi hotel e palazzi come l'hotel Westminster e il Park Hyatt. Questo sito è servito dalle linee     della stazione della metropolitana Opéra.

Origine del nome

Porta questo nome in ricordo della firma del trattato di pace del 1814.

Storia

Convento dei Cappuccini

L'ordine delle Clarisse Cappuccine fu introdotto in Francia dalla regina Luisa di Lorena. Voleva creare un convento a Bourges per essere sepolto lì. Quando morì il 29 gennaio 1601, lasciò a suo fratello, Philippe-Emmanuel de Lorraine, duca di Mercœur, la somma di 60.000 sterline per costruirlo, ma morì nel febbraio 1602. Con lettere patenti dell'8 giugno 1602, Enrico IV autorizzò la vedova del duca di Mercœur, Marie de Luxembourg, duchessa di Etampes e Penthièvre, a costruire un convento dei cappuccini, ma a Parigi e non a Bourges. Con una bolla del settembre 1603, papa Paolo V accredita la creazione a Parigi del convento, sotto il nome "delle Figlie della Passione". Marie de Luxembourg decide di insediare le monache nell'Hôtel du Perron, o de Retz, nel Faubourg Saint-Honoré, che le appartiene, con l'aiuto del cognato, padre Ange de Joyeuse, cappuccino, fratello di Duca Anne de Joyeuse marito di Marguerite de Lorraine, sorella di Louise de Lorraine-Vaudémont. I lavori di costruzione del convento iniziarono il 29 giugno 1604 e la cappella fu inaugurata nel giugno 1606. Il convento dei Capucines occupava allora metà dell'attuale Place Vendôme. Per costruire Place Vendôme circa ottant'anni dopo, il convento dei Capucines dovette essere distrutto. Luigi XIV offrì alle monache di ricostruire un nuovo convento a proprie spese. La pianta della facciata della chiesa fu richiesta al primo architetto del re, Jules Hardouin-Mansart, e fornita il 6 aprile 1686. I lavori furono supervisionati da Francesco II d'Orbay. Ma questo primo piano è stato subito modificato per tener conto della prospettiva con la nuova piazza e in particolare con il portale del convento dei Feuillants che si trova di fronte, dall'altra parte della piazza. La prima pietra fu posta il 9 luglio 1686. Le monache vi si trasferirono il 2 luglio 1688. La nuova chiesa fu consacrata e dedicata a Saint Louis il 27 agosto 1689. Ma per ricostruire il nuovo convento, François Michel Le Tellier, marchese de Louvois aveva richiesto all'appaltatore Maurizio II Gabriel (1632-1693) di riutilizzare i materiali del vecchio edificio. Nel 1720 il portale della chiesa era già molto degradato, probabilmente a causa della scelta di Louvois di fondare il convento su macerie di gesso. Il portale fu ricostruito nel 1721-1722 su progetto di Sébastien-Antoine Slodtz (1695-1754) con sculture di François-Antoine Vassé (1681-1736). L'architetto Jacques-François Blondel non apprezzò la chiesa. Il portale deve ancora essere restaurato nel 1755. Durante la Rivoluzione, gli ufficiali comunali avevano il compito di espellere le monache e, il 14 giugno 1790, le suore lasciarono il convento. Con decreto del 7 settembre 1792 il convento divenne l'Hôtel des Monnaies dove venivano stampati gli assegnatari. La chiesa sconsacrata vede il fisico Étienne-Gaspard Robertson eseguire spettacoli di fantasmagoria usando una lanterna magica chiamata "fantascopio". Nel 1800 il circo di Antonio Franconi occupò l'ex convento.

Sfondamento di rue de la Paix

Nel 1685 fu creato un percorso davanti al bastione Fossés-Jaunes lungo il giardino del convento dei Capucines (oggi Boulevard des Capucines). lo sviluppa