Rajasthan

Article

June 25, 2022

Il Rajasthan (in hindi: राजस्थान / raːdʒəsˈtʰaːn /, litt. “Terra dei re”) è uno stato dell'India nordoccidentale. La sua capitale è Jaipur. Confina a ovest con il Pakistan, a nord con il Punjab, a nord-est con l'Haryana e l'Uttar Pradesh, a sud-est con il Madhya Pradesh ea sud-ovest con il Gujarat.

Storia

Il Rajasthan si è formato il 30 marzo 1949, quando gli ex stati principeschi del Rajputana si unirono per creare l'India. Il Rajasthan è il frutto di molteplici tradizioni storiche tra cui principalmente quella dei Rajput ma anche dei Nath, Jats, Bhils, Ahirs, Gujars e Meenas. I primi fatti storici nel Rajasthan risalgono a oltre 5.000 anni fa.

Antichità

L'attuale Rajasthan non esisteva come entità geopolitica ed era governato dai vari imperi e grandi regni dell'India come l'Impero Maurya, i regni dei Malava, Arjunyas, Yaudhya, l'Impero Kushan, i regni satrapi (Sciti), i L'Impero Gupta e gli Unni. Il Rajasthan non è emerso fino al 700 d.C. dC quando i clan Rajput iniziano a prendere forza e a dominare la regione. Fu tra l'VIII e il XII secolo che i Rajput raggiunsero il loro apice e che le rivalità tra i vari clan furono più accese. La dinastia Pratihâra fu la prima a formare tra il VI secolo e l'anno 1000 un regno vasto e potente che si estendeva dal Gujarat alla pianura del Gange. Nonostante le vittorie sui loro grandi vicini, l'Impero Pala (Bengal e Bihar) e l'Impero Rashtrakuta (Deccan), si crea una sorta di rivalità tra i Pratihâra e le altre due dinastie che stanno cercando di controllare anche il nord della Francia.' India. Alla fine del X secolo, il Pratihâra si indebolì di fronte all'invasione musulmana in Occidente (Sindh e Punjab) e dei Pala in Oriente. La prima grande dinastia Rajput finì per perdere progressivamente i vari territori governati (incluso il Rajasthan) e si trovava solo a capo della regione di Kannauj (Uttar Pradesh), che finirebbe per essere attaccata e invasa dalle orde arabe. Il Rajasthan diventa rapidamente dopo la partenza dei Pratihâra il frutto della disputa e della rivalità tra altri clan Rajput come i Chalukya, i Parmar e i Chauhan, che combattono per la presa del potere su tutta la regione fino al XIII secolo.

Medioevo

Intorno all'anno 1200, i conquistatori arabi musulmani riuscirono ad entrare nel Rajasthan e ad indebolire e dominare la maggior parte dei clan Rajput. Solo il regno di Mewar (regione di Udaipur), il più potente e il più importante degli stati Rajput non fu sconfitto e continuò a resistere ai numerosi assalti delle truppe musulmane. I conquistatori occuparono la regione per qualche tempo dalle loro roccaforti di Nagaur e Ajmer. Nel corso del tempo, il Rajasthan viene nuovamente diviso tra molti regni. L'arrivo degli afghani e la formazione dell'impero moghul ravvivarono le violenze nel Rajasthan (in particolare nella regione di Chittorgarh) e nel nord dell'India in generale, ma svanirono rapidamente a causa delle numerose alleanze tra i principati rajput e i nuovi musulmani impero.

Tempi moderni

Il Rajasthan non poteva mai essere unificato in un'unica entità, ma l'imperatore Mughal Akbar, per motivi di amministrazione, decise di creare un incontro dei vari vassalli del Rajput in una provincia divisa in diversi stati chiamati Rajputana. Dal 1707, declino del potere dei magnati, i Rajputana devono affrontare le invasioni dei Maratha, nemici del potere musulmano. I Maratha vinsero rapidamente con grande successo le loro battaglie contro i re e i principi Rajput, occuparono Ajmer nel 1755 e riuscirono a raggiungere le porte del Punjab. Le invasioni Marathi sono seguite nel 19° secolo da