Repubblica Socialista Sovietica Bielorussa

Article

June 27, 2022

Il Soviet Repubblica bielorussa Socialista (bielorusso Беларуская Савецкая Сацыялістычная Рэспубліка, Belarouskaïa Savietskaïa Satsyialistytchnaïa Respublika, Russo Белорусская Советская Социалистическая Республика, Belorusskaya Sovetskaya Sotsialistitcheskaïa Respoublik; letteralmente "Repubblica socialista sovietica di Bielorussia / bielorusso") o più raramente in francese Repubblica socialista sovietica di Bielorussia o La Repubblica Socialista Sovietica Russa Bianca era una delle quindici repubbliche membri dell'Unione Sovietica prima della dissoluzione di quest'ultima nel 1991.

Storia

Prima della prima guerra mondiale, la Bielorussia faceva parte dell'Impero russo. È stato istituito per la prima volta nello stato il 25 marzo 1918 con la costituzione della Repubblica popolare bielorussa. Questa repubblica di breve durata fu rovesciata poco dopo il ritiro dell'esercito tedesco. Il 1° gennaio 1919 fu proclamata la Repubblica Socialista Sovietica Bielorussa (RSSB). Ma fu rapidamente sciolto e il suo territorio diviso tra la RSFS russa e la nuova Repubblica socialista sovietica lituano-bielorussa. Anche quest'ultimo ebbe solo una breve esistenza, a causa della guerra russo-polacca del 1920 e dell'invasione polacca. Il territorio della Bielorussia è stato quindi diviso tra Polonia e Russia e l'RSSB è stato ristabilito. Nel 1922 (per la parte orientale del paese) divenne una delle repubbliche fondatrici dell'Unione Sovietica. Da quella data fu conosciuta come Repubblica Socialista Sovietica Bielorussa. Il Distretto Autonomo Polacco di Dzierzynszczyzna è stato creato nel 1932 intorno a Dziarjynsk, cittadina nei pressi di Minsk, ribattezzata lo stesso anno in onore di Félix Dzerzhinsky, fondatore della Cheka di origine polacca. Questo distretto autonomo doveva servire come punto di partenza per una futura Polonia sovietica, ma i suoi abitanti resistettero alla collettivizzazione dell'agricoltura e alle campagne antireligiose, tanto che fu sciolto nel 1935. Gran parte dei suoi abitanti polacchi furono deportati in Kazakistan o vittima delle Grandi Purghe. Dopo la firma del patto tedesco-sovietico, l'Unione Sovietica invase nel settembre 1939 la parte polacca della Bielorussia, che fu poi annessa e incorporata nella RSS bielorussa. Parte di questo territorio fu successivamente annessa all'SSR lituano. Tra il 1941 e il 1944, durante l'occupazione tedesca della Bielorussia, la repubblica perse circa il 26% della sua popolazione a causa di morti violente, a causa di combattimenti, bombardamenti e vari crimini dei nazisti, tra cui l'eliminazione della maggior parte del popolo ebraico minoranza in Bielorussia. Dopo la seconda guerra mondiale, la Bielorussia ottenne, il 29 giugno 1945, un seggio nell'Assemblea generale delle Nazioni Unite insieme all'Unione Sovietica e alla RSS ucraina, divenendo così uno dei membri fondatori delle Nazioni Unite.

Indipendenza

Dopo il Putsch di Mosca dell'agosto 1991, il Soviet Supremo della Bielorussia proclamò la sua indipendenza dall'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche il 25 agosto 1991 e la repubblica fu ribattezzata "Repubblica di Bielorussia" il 19 settembre. Fu uno dei firmatari, insieme a Russia e Ucraina, degli Accordi di Belaveja, che crearono la Comunità degli Stati Indipendenti l'8 dicembre 1991.

Riferimenti

Appendici

Portale della Repubblica Portale dell'URSS Portale della Bielorussia Portale del comunismo