Premio Nobel per la pace

Article

August 15, 2022

Secondo i desideri, definiti dal testamento, di Alfred Nobel. Ciò include la lotta per la pace, i diritti umani, gli aiuti umanitari e la libertà. Il premio dell'anno può essere diviso tra due o anche tre personalità o istituzioni che hanno reso un grande servizio all'umanità attraverso i canali diplomatici. Fu assegnato per la prima volta nel 1901. I premi furono assegnati nel 1917, 1944 e 1945, ma il premio non fu assegnato negli altri anni delle due guerre mondiali. Nessun premio è stato assegnato negli anni in cui nessun candidato ha potuto raggiungere l'unanimità (19 anni in totale). Inizialmente occidentale, l'origine dei candidati si è progressivamente estesa a tutto il mondo. Il Premio Nobel per la pace ha oggi una straordinaria importanza politica, certi premi che hanno un valore di sconfessione di governi autoritari come quello di Aung San Suu Kyi nel 1991 nei confronti della giunta birmana o quello di Liu Xiaobo nel 2010 nei confronti dei cinesi governo. Certe nomine ebbero una risonanza particolare come quella di Theodore Roosevelt nel 1906 che fu fortemente contestata perché Roosevelt era "militarista". Possiamo anche citare quella del giornalista antinazista tedesco Carl von Ossietzky nel 1935 e quella del 14° Dalai Lama nel 1989. Nel complesso, il Premio Nobel viene assegnato principalmente a personaggi storici dell'azione umanitaria, della lotta contro l'oppressione politica o della difesa dei diritti egualitari come Albert Schweitzer, Martin Luther King e Madre Teresa. Come aveva deciso Alfred Nobel, i vincitori del Premio Nobel per la pace sono scelti da una commissione nominata dal Parlamento norvegese, mentre i vincitori degli altri premi sono selezionati dall'Istituzione accademica svedese. Inoltre, a differenza di questi, assegnati durante una cerimonia reale il 10 dicembre (anniversario della morte di Alfred Nobel) a Stoccolma, il Premio Nobel per la Pace viene assegnato a Oslo perché Svezia e Norvegia erano sotto la stessa Corona nel 1901 prima del divorzio di questi due paesi in 1905; Come risultato di questa separazione, fu preso un accordo per quanto riguarda i Premi Nobel e la Norvegia ereditò il Premio per la Pace. Era dotato di un importo di 10 milioni di corone svedesi (poco più di un milione di euro), ridotte a 8 milioni di corone svedesi (poco più di 900.000 euro). A Le Monde ieri. Ricordi di un europeo (Die Welt von Gestern. Erinnerungen eines Europäers), Stefan Zweig racconta che Bertha von Suttner avrebbe influenzato la fondazione di questo premio convincendo Alfred Nobel a riparare "il danno che aveva causato con la sua dinamite".

Appuntamenti e modalità di funzionamento

Le candidature a questa distinzione sono il risultato di proposte ben argomentate e dettagliate fatte da membri di Assemblee Nazionali o Congressi legislativi, circoli di professori universitari nel campo della geopolitica, diritto e scienze politiche, ex premiati, magistrati specializzati in diritto internazionale e consiglieri speciali del Comitato norvegese creato appositamente per questo ramo del Nobel. Ogni anno, su alcune centinaia di proposte, ne vengono conservate 199 prima che venga presentata una serie preliminare di candidature alla giuria del premio che stabilisce in primavera una graduatoria definitiva di cinque nomi o gruppi di nomi e strutture legate dalla stessa azione diplomatica. I vincitori vengono eletti dopo dibattiti, discussioni e votazioni chiusi in ottobre. La loro identità viene rivelata in una conferenza stampa ufficiale nel centro storico di Oslo. il