Place de Jaude

Article

May 20, 2022

Place de Jaude (plaça de Jauda in occitano) è la piazza più importante e conosciuta di Clermont-Ferrand.

Posizione e accesso

Place de Jaude confina con: a est dall'Opéra-Théâtre e dalle Galeries de Jaude, ora Galeries Lafayette; a sud dal centro commerciale Centre Jaude progettato dall'architetto Jean-Loup Roubert; a ovest dalla chiesa di Saint-Pierre-des-Minimes; a nord da edifici civili.

Origine del nome

Il suo nome è di origine antichissima. Alcuni autori attribuiscono il nome Jaude a Jau, parola che significa “gallo” in occitano (nord-occitano) (uccello emblema del dio Marte o pollame venduto sulla piazza?). Ma si tratta certamente di una falsa etimologia, tipica della borsa di studio umanista: infatti, due messali della diocesi di Clermont del 1492 e del 1527 nominano la località platea Galli (luogo del Gallo). D'altra parte, non c'è dubbio, dal punto di vista della fonetica storica, che il nome di Jaude derivi dal nome portato dal vicino edificio gallo-romano, il tempio di Vasso Galate che si trovava nel quartiere chiamato Galate. L'evoluzione fonetica è stata la seguente: Galate > Galde > Jalde > Jaude. Da questa stessa evoluzione deriva il suo nome in lingua occitana: plaça de Jauda.

Storia

Un sobborgo commerciale di epoca romana

Come hanno dimostrato gli scavi effettuati durante lo sviluppo del Fond de Jaude (1978), del Carré Jaude I (1995) e del Carré Jaude II (2009-2010), la piana di Jaude, quasi priva di costruzioni nel Medioevo , è invece un'area densamente urbanizzata in epoca romana. Le ricerche archeologiche attualmente mostrano che Place de Jaude era un quartiere pubblico, un luogo di passaggio e mercante. Questo proto-luogo era parallelo alla collina di Clermont, che ospita il foro sotto l'attuale Place de la Victoire e la cattedrale.

Nel Medioevo

Nel Medioevo il luogo è una vasta zona paludosa inadatta (si tratta appunto di un antico lago craterico), delimitata a ovest dal ramo derivato dal Tiretaine du Sud attrezzato per rifornire concerie e mulini, a nord e ad est da il limite del settore urbanizzato; l'unico edificio in elevazione nella depressione è poi la cappella di Jaude, a sud-ovest della piazza.

Età moderna

La chiesa di Saint-Pierre-des-Minimes fu costruita nel 1630. Una fontana e un bacino furono installati nel 1663. Nel 1750 la piazza fu trasformata in fiera per la vendita di cavalli e legna da ardere.

L'urbanizzazione della piazza nel XIX e XX secolo

Nel XIX secolo, la piazza divenne un luogo popolare per passeggiare. Sul lato est della piazza, la sala delle tele, costruita nel 1812, fu trasformata per ospitare un grande teatro nel 1894. Furono eretti due monumenti: la statua del generale Desaix, nel 1848 e la statua equestre di Vercingétorix, nel 1903. Il Café de Paris (1839), il Café Riche, il Grand Café lyonnais, il Café de 1'Univers aprono le loro terrazze sulla piazza. L'orientamento commerciale del luogo è stato confermato nel XX secolo, con l'apertura del Magasin Paris-Clermont (l'attuale edificio del Crédit commercial de France) costruito nel 1900, poi quello delle Galeries de Jaude nel 1907 (che divenne Galeries Lafayette nell'aprile 1997) che soppiantano rapidamente il loro concorrente. Negli anni '60 e '70 la piazza è stata rinnovata a sud: il quartiere di Fond de Jaude è stato raso al suolo per far posto, nel 1980, a un grande centro commerciale, il Centre Jaude.

Il luogo negli anni '80

Un parcheggio è scavato sotto la parte settentrionale della piazza. Sopra, si trovano una stazione degli autobus e un negozio T2C. Quasi tutti gli autobus della città passano per la piazza. Nel 1985 sono state realizzate due vasche idromassaggio al centro della piazza, delimitata da spazi verdi e magnolie. Vicino