Partito Democratico Unionista

Article

August 15, 2022

Il Partito Democratico Unionista (in inglese: Democratic Unionist Party, DUP, in irlandese: Páirtí Aontachtach Daonlathach) è un partito politico britannico presente in Irlanda del Nord guidato dal 2021 da Edwin Poots. È il primo partito dell'Assemblea dell'Irlanda del Nord, dove detiene 27 seggi, e il quinto partito della Camera dei Comuni del Regno Unito, dove detiene 8 seggi, oltre a cinque seggi alla Camera dei Lord. Il Partito Democratico Unionista (DUP) è stato creato da Ian Paisley, un pastore presbiteriano fondamentalista e politico irlandese, nel 1971, e membri del Partito Protestante Unionista. Ha legami storicamente forti con la Chiesa Presbiteriana Libera dell'Ulster, fondata da Ian Paisley. Per un lungo periodo della sua storia, il DUP è stato il più piccolo dei due partiti unionisti, il partito principale è stato l'Ulster Unionist Party (UUP). Il DUP tradizionalmente sostiene una linea politica dura. Durante il periodo dei "Troubles", il DUP si oppose a soluzioni per la risoluzione del conflitto che avrebbero comportato la condivisione del potere con nazionalisti e repubblicani, nonché soluzioni che avrebbero consentito l'intervento della Repubblica d'Irlanda negli affari dell'Irlanda del Nord. Tra le altre cose, ha condotto una campagna contro l'Accordo di Sunningdale nel 1974, l'Accordo anglo-irlandese nel 1985 e l'Accordo del Venerdì Santo nel 1998. Durante gli anni '80, il partito ha tentato di creare un movimento paramilitare, che ha dato vita al lealista nordirlandese gruppo Ulster Resistance. A seguito dell'accordo di St. Andrews nell'ottobre 2006, il DUP ha firmato un accordo con lo Sinn Féin, il Partito repubblicano irlandese, per guidare congiuntamente un governo di devoluzione nell'Irlanda del Nord. Come risultato di questo accordo, le divisioni sono riportate all'interno del DUP. Molti dei suoi membri di spicco, inclusi i membri del parlamento britannico Nigel Dodds, David Simpson e Gregory Campbell, si opposero a Paisley. Tuttavia, tutti i parlamentari del partito hanno firmato un manifesto in occasione delle elezioni del 2007 a sostegno del principio di un governo di coalizione. La stragrande maggioranza dell'esecutivo del partito ha votato per ripristinare la devoluzione in una riunione nel marzo 2007. Tuttavia, l'unico membro del DUP a sedere al Parlamento europeo, Jim Allister e sette consiglieri di partito si dimettono per mostrare la loro opposizione all'idea di condivisione del potere con Sinn Fein. Hanno fondato il partito Traditional Unionist Voice nel dicembre 2007. Tuttavia, dal 2007, sotto la guida di Peter Robinson, il partito, creato per difendere gli interessi unionisti ma che è molto aperto alle richieste lealiste, si è evoluto nella direzione di ridurre l'influenza lealista, al fine di raggiungere un elettorato non protestante, in particolare i cattolici socialmente conservatori o favorevoli al mantenimento della provincia all'interno del Regno Unito.

Orientamenti sociali e politici

Il DUP sostiene orientamenti conservatori a livello sociale. Si è espresso contro l'aborto. I legislatori del DUP hanno votato contro il disegno di legge di Diane Johnson per bloccare le azioni legali contro le donne che acquistano pillole anticoncezionali online. Il DUP si oppone ai sussidi alle associazioni di pianificazione familiare e ha posto il veto alla legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso dal 2015, rendendo l'Irlanda del Nord l'unica provincia britannica in cui il matrimonio tra persone dello stesso sesso è ancora vietato. Una volta fece una campagna contro la legalizzazione dell'omosessualità nell'Irlanda del Nord. La parte ha anche cercato di introdurre una clausola di coscienza che potesse consentire a un negoziante di rifiutarsi di servire un cliente se il servizio fosse in conflitto con le sue convinzioni religiose, dopo che il proprietario