Perù

Article

August 17, 2022

Il Perù, in forma lunga Repubblica del Perù, in spagnolo Perú e República del Perú (audio), in Quechua Piruw e Piruw Republika e in Aymara Piruw e Piruw Suyu, è un paese situato nell'ovest del Sud America. Circondato da Ecuador a nord-ovest, Colombia a nord-est, Brasile a nord-est, Bolivia a sud-est, Cile a sud-est e Oceano Pacifico a ovest-sud-ovest, è il terzo paese del subcontinente per superficie : 1.285.220 km2, e il quarto per popolazione: circa 32 milioni di abitanti. Lima, una vasta area urbana di 9 milioni di abitanti, è la capitale e la città più grande del Paese. La sua capitale storica è Cuzco, nelle Ande, l'antica capitale dell'Impero Inca. L'attuale sistema politico si basa sulla costituzione del 1993. Dal 2002, il Perù è stato diviso in 24 dipartimenti ed è stato messo in atto un significativo processo di decentramento. Delle sue tre lingue ufficiali, la più parlata è lo spagnolo, seguito dal quechua e dall'aymara. Il numero di abitanti è 31.826.018 nel 2017. I popoli discendenti dagli Incas, principalmente Quechua e Aymara, rappresentano il gruppo più numeroso (45% della popolazione), seguiti dai meticci europei/amerindi (37% della popolazione) e discendenti di Europei (15% della popolazione). È membro dell'Asia-Pacific Economic Cooperation Forum (APEC) e della Comunità Andina delle Nazioni (CAN). Il sol è la valuta nazionale peruviana dal 1991, sostituendo l'inti.

Nome

Il nome "Perù" deriva da Birú, il nome di un cacicco che viveva nei pressi della baia di San Miguel (Panama), all'inizio del XVI secolo. Quando gli avventurieri spagnoli li percorsero nel 1522, i territori del capo locale erano la parte più meridionale del Nuovo Mondo. I nativi della zona riporteranno alcune vaghe informazioni sull'esistenza di un regno ricco e lontano. Il nome passò rapidamente nel linguaggio quotidiano del tempo per designare un territorio leggendario situato all'estremo sud dell'istmo di Panama. Successivamente, Francisco Pizarro ei suoi uomini, durante l'occupazione dell'Impero Inca nel 1532, utilizzeranno il nome Perù per designare le nuove terre conquistate. Il più antico documento legale che attesta il nome Perù è la Capitolazione di Toledo scritta nel 1529. In questo testo, il re Carlo V concede i territori da conquistare a Francisco Pizarro con il titolo di "governatore delle terre e delle province del Perù e della città di Tumbe”. I primi documenti storici presentano varie grafie della parola Perú: Virú, Berú o Pirú. Per diversi decenni, queste varie forme coesistono e vengono utilizzate in modo intercambiabile, a volte nello stesso testo.

Storia

Prime civiltà

Le prime vestigia della presenza umana in Perù sono state scoperte nella grotta di Pikimachay e risalgono agli strati più antichi di 19.000 anni prima della nostra era. Le popolazioni sono quindi per lo più nomadi, vivono di caccia ai cammelli e si raccolgono e si rifugiano nelle grotte. Nel periodo tardo arcaico compaiono i primi villaggi e complesse organizzazioni sociali. Permettono l'emergere della città più antica del continente e una delle più antiche del mondo: Caral. La città di Caral, grande centro urbano con tronca piramidi alla sommità, apparteneva a un insieme di siti archeologici che avrebbero ospitato la prima civiltà americana: Caral-Supe o Norte Chico (tra il 2627 e il 2100 a.C.). Durante gli scavi sono stati rinvenuti vari oggetti, come statuine antropomorfe in argilla cruda, flauti trasversali ricavati da ossa di pellicano o di condor, o corde annodate (probabilmente quipus). caratterizzato