Asse nasale

Article

August 17, 2022

L'osso nasale, chiamato anche osso del naso proprio nella vecchia nomenclatura (NA), è un piccolo osso piatto, uniforme e simmetrico dell'osso facciale. Dà forma alle ali del naso.

Descrizione

L'osso nasale è di forma quadrilatera, più largo in basso che in alto. Ha due facce e quattro bordi.

Faccia anteriore o esterna

La superficie anteriore è concava dall'alto verso il basso e convessa trasversalmente. Al suo terzo inferiore e lateralmente è presente un forame vascolare che consente il passaggio di una piccola vena. Sotto e medialmente, dà attaccamento ai muscoli procerus.

Faccia posteriore o interna

La superficie posteriore è trasversalmente concava. Nella sua parte superiore e mediale è presente una superficie articolare per l'articolazione con la spina nasale dell'osso frontale. Nella sua parte inferiore, un solco vascolare-nervoso permette il passaggio del nervo etmoidale anteriore. È rivestito dalla mucosa olfattiva.

Bordo superiore

Il bordo superiore o bordo frontale si articola con il bordo nasale dell'osso frontale mediante una sutura seghettata.

Bordo inferiore

Il bordo inferiore si articola con le cartilagini del naso e forma il limite superiore dell'orifizio piriforme.

Bordo esterno

Il bordo esterno o bordo mascellare si articola con il ramo ascendente dell'osso mascellare mediante una sutura squamosa.

Bordo interno

Il bordo mediale o bordo nasale si articola con l'osso nasale opposto e forma un solco per la spina nasale dell'osso frontale e per la lamina perpendicolare dell'osso etmoide. L'angolo superiore del bordo interno corrisponde al punto craniometrico della nasion.

Embriologia

L'osso nasale è di origine membranosa con la comparsa di un punto di ossificazione tra il 2° e il 3° mese di gravidanza.

Anatomia comparata

Negli osteitti (pesci ossei) e nei tetrapodi primitivi, le ossa nasali sono la parte più anteriore di un insieme di quattro ossa accoppiate che formano il tetto del cranio, seguite in sequenza dai frontali, parietali e postparietali. La loro forma nelle specie viventi è molto variabile, a seconda della forma della testa, ma di solito formano il tetto del muso o del becco, estendendosi dalle narici fino ad una posizione al di sotto delle orbite. Sono quindi generalmente proporzionalmente più grandi nella maggior parte degli animali che negli umani o negli ominidi, a causa delle facce accorciate di questi ultimi. Le tartarughe non hanno ossa nasali, le ossa prefrontali dall'orbita dell'occhio che si estendono alle narici.

Galleria

Note e riferimenti

Questo articolo include il testo di pubblico dominio della 20a edizione di Gray's Anatomy (1918).

Vedi anche

Sistema di riferimento anatomico vomito Osteologia Portale di anatomia Portale di medicina