Oftalmologia

Article

August 15, 2022

L'oftalmologia è la branca della medicina responsabile del trattamento delle malattie dell'occhio e delle sue appendici. È una specialità medico-chirurgica. Il medico specializzato che esercita l'oftalmologia è chiamato "oftalmologo" o "oftalmologo".

Anatomia e fisiologia oculare

L'occhio

Come nella maggior parte dei mammiferi, uccelli, rettili e pesci, l'occhio umano è costituito da un bulbo oculare, formato da 3 involucri: la sclero-cornea, l'uvea e la retina (dall'esterno all'interno).

Segmento anteriore

La cornea, la parte anteriore del bulbo oculare, è una lente trasparente il cui ruolo è catturare e focalizzare la luce sulla retina. È costituito, dalla parte anteriore a quella posteriore, dall'epitelio, dalla membrana di Bowman, dallo stroma, dalla membrana di Descemet e infine dall'endotelio. Il suo diametro medio è di 12 mm. L'uvea, costituita dall'iride, muscolo che delimita la zona "virtuale" della pupilla situata al centro dell'iride, e permette la modifica della luminosità in entrata, della coroide e del corpo ciliare; Il cristallino, lente biologica utilizzata per l'accomodazione ("messa a fuoco" sull'oggetto da osservare, che consente di ottenere da un punto oggetto un punto immagine focale sulla retina) è collegata al corpo ciliare tramite la zonula di Zinn, lente che, quando opacizzato, provoca la cataratta. L'umore acqueo, situato tra la superficie posteriore della cornea davanti e il cristallino dietro. È secreto dal corpo ciliare.

Segmento posteriore

La retina, membrana comprendente cellule nervose fotorecettrici dette coni o bastoncelli, utilizzate per trasformare l'onda luminosa in impulsi elettrici, per l'elaborazione delle immagini da parte del sistema nervoso; La coroide, membrana nutriente della retina e vera e propria "spugna vascolare" che riveste la faccia interna dell'occhio; La sclera, membrana bianca e opaca, molto resistente, che forma il "bianco" dell'occhio; Il corpo vitreo, una specie di gel che riempie la cavità situata dietro il cristallino e davanti alla retina.

Appendici dell'occhio

Quattro in numero: L'orbita, cavità ossea con ruolo protettivo, ricoperta da una membrana fibroelastica (la periorbita). I muscoli oculomotori, ruolo nella mobilità del bulbo oculare. Sei di numero negli esseri umani: 4 muscoli retti: retto superiore, retto inferiore, retto interno (o mediale) e retto esterno (o laterale), 2 muscoli obliqui: obliquo grande (o obliquo superiore) e obliquo piccolo (o obliquo inferiore). La palpebra, membrana che permette un isolamento più o meno importante della luce, la diffusione del film lacrimale e la protezione della cornea; La ghiandola lacrimale: situata sopra e fuori, secerne il 40% delle nostre lacrime, il resto è secreto dalle ghiandole accessorie.

Visita oculistica

Un esame oftalmologico completo include l'interrogatorio del paziente e un esame fisico.

Acuità visiva

L'acuità visiva è il termine per misurare l'angolo minimo di risoluzione. L'acuità visiva normale è 10/10 in ciascun occhio. Le scale di prova vengono utilizzate per effettuare misurazioni soggettive dell'acuità visiva. Per esempio : Scala Monoyer: test di visione a distanza che utilizza lettere dell'alfabeto latino (visione da 3 a 5 m) Scala di Armaignac e scala di Landolt: per analfabeti (visione a 5 m), con figure geometriche Scala Pigassou: con disegni, per bambini (visione a 2,5 m) Scala Parinaud: test per la vista da vicino che utilizza testi in lingua francese di dimensione decrescente, letti a una trentina di centimetri dagli occhi Scala Rossano-Weiss: test di visione da vicino che utilizza immagini L'acuità visiva è misurata da