Occupazione

Article

August 11, 2022

L'occupazione è una situazione in cui uno Stato si trova, durante o al termine di un conflitto, invaso e posto sotto il dominio militare straniero senza essere annesso. Nel diritto internazionale, il diritto dei conflitti armati prevede una serie di regole che si applicano quando un esercito dispiega la sua attività al di fuori del territorio del suo Stato dopo lo scoppio delle ostilità. L'occupazione militare copre diverse eventualità contemporaneamente e non è sempre facile sapere se una particolare situazione rientri in questa definizione giuridica.

Definizioni

Occupazione e annessione sono due situazioni diverse, che hanno definizioni diverse nel diritto internazionale pubblico: annessione: secondo la definizione data dall'ex presidente della Corte internazionale di giustizia, l'annessione è "un'operazione effettuata o meno in virtù di un trattato, con la quale tutto o parte di un territorio di uno Stato passa sotto la sovranità di un altro Stato ”. È stato il caso, ad esempio, delle alture del Golan, territori annessi da Israele alla Siria a seguito della legge sulle alture del Golan votata dalla Knesset il 14 dicembre 1981, anche se dichiarata “nulla” sia dal Consiglio di Sicurezza che dalla Assemblea Generale delle Nazioni Unite; occupazione militare: secondo le norme della Convenzione dell'Aia del 1907, “un territorio è considerato occupato quando è posto di fatto sotto l'autorità dell'esercito nemico”. Nel suo dizionario già citato, il professor Basdevant specifica che occupazione è un «termine usato per designare la presenza di forze militari di uno Stato sul territorio di un altro Stato, senza che questo territorio cessi di far parte di quello Stato. questo».

Elenco cronologico

Occupazione della Guyana da parte dell'esercito luso-brasiliano (1809-1817)

Occupazioni della Francia alla fine del Primo Impero

Occupazione della Francia dal 1870 al 1873

Occupazioni della prima guerra mondiale

Belgio

Francia

Lussemburgo

Ober Ost

Polonia

Occupazione della Germania dopo la prima guerra mondiale

La Germania fu occupata dopo la prima guerra mondiale. Spettava alle potenze occupanti, Francia e Belgio, assicurare il pagamento delle riparazioni previste dal Trattato di Versailles. Le regioni occupate sono i centri industriali della Germania occidentale: Saarland e soprattutto Ruhr.

Occupazione giapponese in Cina

Occupazione italiana dell'Abissinia

Occupazioni dei paesi dell'Asse durante la seconda guerra mondiale

Occupazioni (esclusivamente o principalmente) dalla Germania

Belgio

Bielorussia

Francia

La Francia fu occupata dalla Germania durante la seconda guerra mondiale, prima nella “zona nord” – nota come “zona occupata” – poi dopo lo sbarco alleato in Nord Africa, nel novembre 1942, in tutta la Francia. Questo periodo si conclude con la Liberazione. C'era anche una zona di occupazione italiana in Francia, limitata a pochi territori di confine nel 1940 e poi estesa dal novembre 1942 al settembre 1943 nel sud-est della Francia all'incirca fino al Rodano.

Grecia

Polonia

Occupazioni da parte del Giappone

Birmania

Borneo

Hong Kong

Indie orientali olandesi

Malesia

Nauru

Filippine

Occupazioni dopo la seconda guerra mondiale

Germania

La Germania fu occupata dopo la seconda guerra mondiale, dal 1945 al 1949, con le quattro potenze vincitrici che volevano assicurare la denazificazione della Germania. Dopo la sconfitta tedesca nel