Guarda la foto che ho tinto

Article

August 15, 2022

Sir Michael Thomas Somare, nato il 9 aprile 1936 a Rabaul e morto il 26 febbraio 2021 a Port Moresby, è stato un politico della Papua Nuova Guinea e membro del National Alliance Party. È stato Primo Ministro tre volte, dal 1975 al 1980, dal 1982 al 1985 e dal 2002 al 2011. Primo Ministro del Paese alla fine del periodo coloniale sotto la sovranità australiana, è considerato il "Padre della Nazione" per aver condotto pacificamente la Papua Nuova Guinea all'indipendenza.

Inizi: prima dell'indipendenza

Nato a Rabaul nel 1936, ha frequentato una scuola elementare gestita dalle forze di occupazione giapponesi durante la seconda guerra mondiale. Lì imparò a leggere, scrivere e contare in giapponese. Nel 1957 consegue il diploma di insegnante e inizia ad insegnare nelle scuole primarie e secondarie. Negli anni '60 ha lavorato nel settore televisivo, prima di entrare in politica. Nel 1967 è stato uno dei fondatori del Pangu Pati (partito politico), con il sindacalista Albert Maori Kiki e con Barry Holloway. Nel 1968 fu eletto al Parlamento (Camera dell'Assemblea) e divenne capo dell'opposizione. Nel 1972 formò un governo di coalizione, che includeva il People's Progress Party di Julius Chan. Nel 1973, la Papua Nuova Guinea (allora sotto la sovranità australiana), ottenne l'autonomia e Somare divenne primo ministro. È uno degli artefici del passaggio all'indipendenza (acquisita nel 1975), e della Costituzione, del nuovo Stato.

Carriera dall'indipendenza

Primo Ministro

Somare è stato Presidente del Consiglio dal 1975 al 1980, poi dal 1982 al 1985, poi ancora dal 2002 ad aprile 2011 e dal dicembre 2011. Ha vinto le elezioni legislative del 2007. Dal 1988 al 1992 è stato Ministro degli Affari Esteri nell'ambito della governo di Rabbie Namaliu; quest'ultimo divenne poi Ministro degli Affari Esteri nel governo Somare. Somare è stato anche Ministro degli Affari Esteri nel 1999 e dal 2006 al 2011 ha ricoperto questi incarichi accanto a quelli di Presidente del Consiglio. Sulla scena internazionale, Somare ha partecipato a negoziati multilaterali volti a combattere la deforestazione e il cambiamento climatico. Ha anche invitato i paesi industrializzati ad assumersi le proprie responsabilità in questo settore. Somare ha espresso un profondo interesse per la cultura del suo paese. Ha insistito sulla tradizione melanesiana della conciliazione e non ha esitato a concedere incarichi importanti ai suoi avversari politici. In Parlamento si è distinto fin dall'inizio indossando abiti tradizionali melanesiani piuttosto che abiti europei come i suoi colleghi. Rieletto dopo le elezioni legislative del 2007, ha annunciato nel marzo 2008 che presto avrebbe lasciato l'incarico e avrebbe posto fine alla sua carriera politica. Spiega che ha semplicemente “bisogno di un cambiamento”, dopo quarant'anni in politica.

Perdita di potere e crisi costituzionale nel 2011

Nel dicembre 2010, in cattive condizioni di salute, ha temporaneamente cessato di svolgere le sue funzioni per far fronte a un'istruzione del tribunale, accusato di non aver dichiarato completamente il suo reddito negli anni 90. Sebbene rimanga ufficialmente Premier Ministro, nomina Sam Abal per esercitare le sue funzioni su una base provvisoria. Nell'aprile 2011, mentre Abal continuava a guidare il Paese, Somare è stato ricoverato in ospedale a Singapore, dove è stato operato al cuore e poi è rimasto in terapia intensiva per diverse settimane. A giugno, mentre è ricoverato in ospedale, avrebbe annunciato che avrebbe lasciato l'incarico prima della fine dell'anno, in modo che il suo successore alla guida del Partito dell'Alleanza Nazionale potesse essere scelto e guidare il partito alle elezioni legislative del 2012. Il 28 giugno 2011 la famiglia di Sir Michael Somare ha annunciato le sue dimissioni dalla carica di Presidente del Consiglio per motivi