Leonid Kravtchuk

Article

May 24, 2022

Leonid Makarovytch Kravchuk (ucraino: Леонід Макарович Кравчук) è uno statista ucraino nato il 10 gennaio 1934 a Żytyń (in) (allora in Polonia, l'attuale Ucraina) e morto il 10 maggio 2022 a Monaco di Baviera (Germania). Kravtchouk, dopo un dottorato in economia, si unì al Partito Comunista Ucraino, dove salì di grado. Divenne membro del Comitato Supremo del Partito Comunista dell'Unione Sovietica e numero due del Partito Comunista Ucraino incaricato dell'ideologia. È stato l'ultimo leader della Repubblica socialista sovietica ucraina, dal 1990 al 1991. Di fronte al crollo dell'Unione Sovietica alla fine degli anni '80, questo apparatchik del regime sovietico si è unito alla causa nazionalista ucraina per pragmatismo. Le sue origini ucraine e la sua conoscenza del funzionamento del regime in atto lo rendono l'uomo ideale per guidare la pericolosa transizione dell'Ucraina verso l'indipendenza e la democrazia. Anche dopo l'indipendenza dell'Ucraina nel 1991, ne divenne il primo presidente. Kravchuk deve affrontare sfide enormi durante il suo mandato di presidente: definire una costituzione, mantenere l'indipendenza dell'Ucraina da una Russia che sta cercando di prendere il sopravvento sugli stati derivanti dalla disgregazione dell'Unione Sovietica, ricostruire l'intero apparato amministrativo, gestire una transizione economica particolarmente dolorosa a causa dell'intreccio delle economie ucraina e russa. In pratica Kravchuk, che esercita poteri significativi nell'ambito di un regime quasi presidenziale, opta per lo status quo mantenendo al loro posto gli ex dirigenti comunisti in tutte le posizioni chiave: all'interno del partito al potere, a capo delle regioni e nei ministeri coinvolti nella politica industriale. Uomo di consenso in un contesto che avrebbe richiesto il pugno di ferro, non è riuscito a imporre le riforme necessarie e a far approvare una costituzione. Funziona comunque per un riavvicinamento con l'Unione Europea. Kravchuk è stato sconfitto da Leonid Kuchma nelle elezioni presidenziali del 1994.

Biografia

Infanzia, formazione e carriera (dal 1934)

Leonid Kravtchouk è nato il 10 gennaio 1934 a Velykyi Jytyn (Regno Unito) (regione di Rivne) in Volinia, che all'epoca faceva parte della Polonia e ora si trova in Ucraina. All'età di 5 anni, la Volinia fu annessa all'Unione Sovietica in seguito all'invasione della Polonia, secondo le disposizioni del Patto tedesco-sovietico. Dopo la guerra, ha studiato economia e ha discusso una tesi di dottorato nel 1958 presso l'Università di kyiv. Nel 1970 si laurea presso l'Accademia delle Scienze Sociali del Comitato Centrale del PCUS. È stato professore al Chernivtsi financial college dal 1958 al 1960 e consulente-didattico dal 1960 al 1967.

Ascesa al Partito Comunista (1970-1980)

Tra il 1970 e il 1988, Leonid Kravchuk è stato successivamente capo del settore, ispettore, assistente del segretario, vice capo del dipartimento, poi capo del dipartimento di agitazione e propaganda del Comitato centrale del Partito comunista ucraino. Nel 1980 è diventato membro del Comitato Centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica, il massimo organo di governo dell'Unione Sovietica, mentre in Ucraina è diventato il numero 2 del partito, responsabile dell'ideologia.

Transizione all'indipendenza (1986-1991)

Mentre la politica del glasnost di Gorbaciov ha scosso l'URSS e in particolare l'Ucraina dove è decollato il movimento nazionalista ucraino, Leonid Kravchuk, grazie alle sue origini (la Volinia è infatti la patria del nazionalismo ucraino) e al suo ruolo nel partito, riesce ad affermarsi come intermediario tra il regime in atto e il Rukh, partito creato alla fine degli anni '80 che incarna questo movimento nazionalista ucraino. Nel torneo