brocco di crema

Article

August 10, 2022

Karim Berrouka, nato il 26 maggio 1964, è un musicista francese, membro della band punk Ludwig von 88, nonché scrittore ed editore. I suoi racconti e romanzi provengono dalla letteratura immaginaria, principalmente fantascienza e fantasy.

Biografia

Nato nel 1964, Karim Berrouka è il cantante e paroliere della band punk Ludwig von 88 dal 1984. Ha pubblicato i suoi primi racconti nel 2002 e il suo primo romanzo, La Porte, nel 2007. È stato direttore della raccolta al Griffe d'Encre fino alla scomparsa di questa casa editrice nel 2016. Karim Berrouka è anche un antologo per l'antologia Conquêtes et esplorazioni infernales pubblicato dalla casa editrice amatoriale Parchemins et traverses nel 2008. È anche direttore della pubblicazione de La Fabrique de Littérature Microscopic. All'inizio degli anni 2010, Karim Berrouka si è concentrato maggiormente sulla pubblicazione di romanzi con Cyclones (2011), Fées, weed & guillotines (2014) poi nel 2016 Le Club des punks contre l'apocalypse zombie che ha vinto il premio Julia-Verlanger 2016. . Nel 2016 il gruppo Ludwig von 88 ha ripreso alcune attività. Nel 2018, Karim Berrouka pubblica il suo romanzo Quello che non aveva paura di Cthulhu con Éditions Actusf. Il suo stile prende in prestito tanto da OuLiPo quanto dal surrealismo, anche nelle sue numerose trasformazioni stilistiche.

Letteratura

Romanzi

La Porta, Edizioni Griffe d'Encre, 2007 Cicloni, Organico, 2011 Fate, erba e ghigliottine, edizioni Actusf, 2014. Il Club dei punk contro l'apocalisse zombie, edizioni Actusf, 2015, premio Julia-Verlanger 2016 Quello che non aveva paura di Cthulhu, edizioni Actusf, 2018. Il giorno in cui l'umanità ha rovinato la fantasia, edizioni Actusf, 2021.

Raccolta

I palloncini dirigibili sognano bambole gonfiabili? Edizioni Actusf, 2013

Notizie

Sotto l'ala materna della morte, nell'antologia La Mort... ses vies a Éditions de l'Oxymore diretto da Léa Silhol (2002) Le Soleil de Mag-Tured, in un'antologia L'Esprit des Bards a Nestiveqnen, a cura di Nathalie Dau (2003) The Age of Enlightenment, nell'antologia Magie Verte edita da Éditions de l'Oxymore, regia di André-François Ruaud (2003) Les Sombres, in un'antologia Les Fées pubblicata da Éditions de l'Oxymore diretta da Léa Silhol (2004) Il sentiero che porta a Tsoar, in un'antologia Mythophages pubblicata da Éditions de l'Oxymore diretta da Léa Silhol (2004) Sainte Hache, Douce Hache, nell'antologia Les Executioners at Parchemins & Traverses diretta da Hélène Marchetto (2005) La democrazia è alla fine dei ravanelli, nell'antologia Future Harvests a La Découverte diretta da Daniel Conrad (2005) Intervista con una porta, nell'antologia Les Portes edita da Éditions de l'Oxymore diretta da Antoine Lencou (2005) La partenza, in un'antologia La Tour at Parchemins & Traverses regia di Sybille Marchetto (2006) Soleil noir, in antologia HPL 2007 di Éditions Malpertuis a cura di Christophe Thill (2007) Come un agnello, in AOC n° 7 presso l'associazione Présence d'esprits (2007), inserito nell'antologia AOC Millésime (2009) Verso sponde incerte, in AOC n° 11 presso l'associazione Présence d'esprits (2008) The Red Child in Black Mamba n°9, Céléphaïs (2008) La storia inizia a Fallujah, in un'antologia Fate in the city at Actusf diretta da Anne Fakhouri (2009) Storia di Ashes, in un'antologia di supereroi! a Parchemins & Traverses diretto da Timothée Rey (2010) Le avventure di Alphonse Danita, elefante pesante, nel volume C'era una volta, Argemmios (2010) Lapidario, in un'antologia les Dames Baroques diretta da Estelle Valls de Gomis (2010) Ad Fixam aeternam, nel volume Black Mamba n° 17, Céléphaïs (2010) Vaso di speranza, come sei diventato un vaso di dolore?, nel volume The Association of Spellcaster, Malpertuis, Brouillards n° 24 (2013) La cosa che sembra una macchina, nel volume Utopiales 2016, ActuSF, coll. " Il