Gruppo Flammarion

Article

August 11, 2022

Flammarion SA è una casa editrice francese, sussidiaria del gruppo Madrigall dal 2012. Riunisce diversi marchi editoriali tra cui quello che ha dato il nome al gruppo, fondato nel 1875 sotto i portici del teatro Odéon di Parigi. Flammarion è una casa editrice generalista che esplora i campi della letteratura, delle discipline umanistiche, dei libri illustrati e dei giovani. Le storiche filiali di Flammarion nei settori della radiodiffusione, della distribuzione e della libreria contribuiscono oggi all'attività complessiva del gruppo Madrigall, presente in Francia, Belgio, Svizzera e Canada.

Storia

La nascita di questa casa nel 1875 è strettamente legata alla personalità di Ernest Flammarion, fratello dell'astronomo Camille Flammarion: Ernest pubblicherà i saggi e gli album del fratello destinati al grande pubblico, che diventeranno veri e propri successi editoriali alla fine del XIX secolo. secolo. Nel 1876, Ernest unì le forze con il libraio parigino Charles Marpon (morto nel 1890) per formare "Charles Marpon and Ernest Flammarion": pubblicarono una traduzione di 29 poesie intitolate scritte in tedesco e intitolate Les Nibelungen dal barone Émile de Laveleye e riacquistarono poi la collezione della libreria internazionale A. Lacroix, Verboeckhoven et Cie (Bruxelles) nel cui catalogo compaiono Victor Hugo, Émile Zola e Jules Michelet. Uno dei primi successi è l'edizione illustrata de L'Assommoir (1878), che cofinanzieranno con la Librairie Charpentier. Con i profitti pubblicarono l'imponente album L'Astronomie populaire di Camille Flammarion (1879) che diede un po' della linea editoriale per i successivi vent'anni: predilezione per i campi scientifici accessibili a tutti e libri pratici. Così, due raccolte, opere utili (1887) e Biblioteca Flammarion (1890) aprono a Storia, Antropologia, Botanica. Il libro dell'antisemita Édouard Drumont (La France Juive, 1886) riscosse un notevole successo con 62.000 copie vendute nel primo anno. Vero e proprio "bestseller della fine del XIX secolo" nelle parole di Leon Poliakov, fu ripubblicato nel 1888 in una versione popolare riassunta in un volume e subì 200 riedizioni in totale fino al 1914. La finzione non è da meno con la raccolta Auteurs Famous (1889) e la pubblicazione di novità, tra cui le opere di Hector Malot, che per lungo tempo figurarono ai vertici delle vendite, e la pubblicazione di autentici racconti di viaggio (Jean-Baptiste Charcot, Frederick Cook, ecc.). Nel 1902, disertore delle famose edizioni Félix Alcan, Gustave Le Bon ricevette l'incarico della Biblioteca di Filosofia Scientifica. Lo stesso anno, Flammarion ha innovato lanciando una raccolta di romanzi popolari in formato tascabile e copertina illustrata a colori a 0,95 centesimi. Tra il 1905 e il 1925, Flammarion ebbe un grande successo con romanzieri come Victor Margueritte, Maurice Genevoix, Henri Barbusse, Colette, talvolta incoronati da premi letterari. Nel 1914, i fratelli Fischer lanciarono la Select-Collection. Nel 1922 fu lanciata la collezione Library of Medical Knowledge, che molto più tardi divenne Flammarion Médecine. Nel 1930 cominciarono ad apparire i famosi album di Père Castor, inaugurando un mercato molto vivace, quello dei giovani. Durante l'Occupazione, Charles e Armand Flammarion si comprometterono: furono sanciti nel 1945 dalla Commissione Interprofessionale per la purificazione dell'editoria. Nel 1958, la collezione pocket J'ai Lu è stata creata da Frédéric Ditis. Negli anni '60, Garnier e Flammarion uniscono le forze per lanciare la classica collezione Garnier-Flammarion, che da allora è diventata una collezione del Gruppo con il nome GF Flammarion. Nel 1977 Flammarion acquistò le Edizioni Arthaud. Dal 1986 al 1995, Françoise Verny è stata la direttrice editoriale e audiovisiva del gruppo. In