Enciclopedia universale

Article

June 25, 2022

L'Encyclopædia Universalis è un'enciclopedia scritta in francese pubblicata in volumi su carta, su CD-ROM, su DVD e poi su chiavetta USB. La pubblicazione su carta è cessata definitivamente nel 2012. È accessibile anche su Internet tramite abbonamento a pagamento.

Presentazione

L'Encyclopædia Universalis è pubblicata dalla casa editrice Encyclopædia Universalis SA. Questa società è stata creata nel 1966 da uno specialista nella pubblicazione e vendita di libri e raccolte per corrispondenza, il Club français du livre (CFL), di proprietà della famiglia Aubry, insieme a Encyclopædia Britannica Inc. (editore dell'Encyclopædia Britannica), la più famosa enciclopedia anglosassone, all'epoca di proprietà della University of Chicago Foundation. Questa joint venture 50/50 aveva lo scopo di unire le competenze dei due azionisti in ciascuna delle due forme di distribuzione allora essenziali per le enciclopedie: vendita per corrispondenza da un lato e vendita porta a porta dall'altro, specialità della società americana . Questa ricetta, così come la qualità delle successive versioni dell'Encyclopædia Universalis, il cui primo volume apparve nel 1968 sotto la direzione di Claude Grégory con, dal punto di vista grafico, un modello disegnato da Pierre Faucheux, avrebbero consentire un successo commerciale di successo fino all'inizio degli anni '90, quando le vendite iniziarono a diminuire. Durante la seconda metà degli anni '90, l'introduzione e il rapido miglioramento delle versioni elettroniche dell'enciclopedia, utilizzando i fondi editoriali della versione cartacea arricchita da numerosi contributi specifici, sotto l'impulso del suo presidente Pierre Le Manh e del direttore editoriale Louis Lecomte, ha consentito l'Encyclopædia Universalis per vivere un secondo periodo di successo e di crescita. D'altra parte, questa trasformazione ha avuto l'effetto di modificare gli equilibri economici tra le reti distributive, portando così a crescenti conflitti tra gli azionisti, l'allontanamento nei primi anni 2000 di diversi gestori per altre terre e la nomina - su richiesta di Britannica – di un amministratore giudiziario che ha gestito la società fino al luglio 2005, quando il Club français du livre ha finalmente venduto le sue azioni all'Encyclopædia Britannica Inc. al termine di una procedura d'asta, dopo quarant'anni di collaborazione. Parallelamente alle edizioni cartacee si sono aggiunte le edizioni elettroniche: nel 1995, su CD-ROM (al prezzo di 31.300 franchi belgi, circa 775 euro); nel 1999, su versioni consultabili da remoto su Internet, per il grande pubblico o per le istituzioni e che ricevono 10 milioni di visitatori unici all'anno; nel 2003, in DVD. Inoltre, molte opere specializzate, enciclopedie, dizionari, CD-ROM e DVD-ROM tematici sono state pubblicate dalla società nel corso degli anni, da sole o in co-pubblicazione. Inoltre, l'Encyclopædia Universalis ha ripubblicato alcuni titoli della CFL, la sua società madre, come l'Almanacco della Rivoluzione francese nel 1988. Nel 1999-2000, Universalis ha stretto una partnership con il Dipartimento nazionale dell'istruzione per offrire un abbonamento fisso annuale online (Universalis-edu.com) a scuole, biblioteche, mediateche e centri di documentazione. All'inizio del 21° secolo, la versione cartacea vendeva poche migliaia di copie all'anno. Con circa 3.000 euro per collezione completa, si tratta di un fatturato di oltre 9 milioni di euro. Inoltre, l'aumento delle vendite della versione elettronica non ha impedito la pubblicazione nel 2008 di una 6a edizione e di un'edizione originale in 10 volumi destinata ai giovani dagli 8 ai 12 anni. La 6a edizione rivista e aggiornata ne ha 30