Enciclopedia Britannica

Article

June 28, 2022

L'Encyclopædia Britannica è un'enciclopedia generale in lingua inglese pubblicata da Encyclopædia Britannica, Inc., una società privata con sede a Chicago. I suoi articoli si rivolgono a un pubblico adulto e istruito e sono scritti da uno staff di circa cento redattori a tempo pieno e più di 4.000 collaboratori esperti. La Britannica è riconosciuta come l'enciclopedia più accademica. L'enciclopedia fu pubblicata per la prima volta tra il 1768 e il 1771 a Edimburgo, in Scozia, e crebbe rapidamente in popolarità e dimensioni: la sua 3a edizione del 1797 e il suo supplemento (1801) raggiunsero insieme venti volumi. Il suo status in crescita lo aiuta a reclutare collaboratori di spicco. La 9a edizione (1875 – 1889) e l'11a edizione (1911) sono considerate enciclopedie di riferimento per la loro erudizione e la qualità della loro scrittura. Dall'undicesima edizione, la Britannica ha gradualmente accorciato e semplificato i suoi articoli per espandere il suo mercato in Nord America. Nel 1993 è diventata la prima enciclopedia ad adottare una politica di revisione continua, per cui viene continuamente ristampata e ogni articolo viene regolarmente aggiornato. L'attuale 15a versione ha una struttura in tre parti: un Micropædia di dodici volumi (articoli brevi, generalmente meno di 750 parole), un Macropædia di diciassette volumi che raccolgono articoli lunghi (di cui due di 310 pagine) e un volume intitolato Propædia per fornire una panoramica gerarchica della conoscenza. Il Micropædia è inteso come una guida al Macropædia. I lettori sono incoraggiati a esaminare i Propædia per comprendere il contesto di ogni argomento e trovare articoli più dettagliati. La dimensione della Britannica rimase pressoché costante dal 1940, con quasi 40 milioni di parole per mezzo milione di soggetti. Sebbene la pubblicazione sia stata realizzata negli Stati Uniti dal 1901, ha sempre mantenuto il vocabolario britannico. Nel 2007, la Britannica è la più antica enciclopedia in lingua inglese ancora in pubblicazione, ma ha difficoltà con la redditività. Il 13 marzo 2012, dopo 244 anni di esistenza, è stato annunciato che non sarebbe più stato stampato, rifocalizzandosi sulle sue enciclopedie online e sui programmi educativi per le scuole.

Storia

La proprietà di Encyclopædia Britannica, Inc. è cambiata più volte. Tra loro c'erano A & C Black, Horace Everett Hooper, Sears Roebuck e William Benton. L'attuale proprietario dell'azienda è Jacqui Safra, un attore svizzero milionario. I recenti progressi nella tecnologia dell'informazione e l'ascesa delle enciclopedie elettroniche come Microsoft Encarta o Wikipedia hanno ridotto l'ordinamento delle enciclopedie cartacee. Per rimanere competitivo, l'editore Britannica ha enfatizzato la reputazione del suo libro, ha ridotto il prezzo ei costi di produzione e ha sviluppato versioni digitali su CD-ROM, DVD-ROM e Internet.

Edizioni

La Britannica è stata pubblicata in quindici edizioni successive, con supplementi alla 3a e 5a edizione. Inoltre, la 10a edizione era solo un supplemento alla 9a, così come la 12a e la 13a erano il supplemento all'11a. La 15a ha subito un'importante riorganizzazione nel 1985. Questa 15a edizione ridisegnata è la versione attuale. Nel corso della storia, la Britannica ha servito a due scopi: essere un'eccellente opera di riferimento e fornire contenuti educativi. Nel 1974, la XV edizione ha adottato un terzo obiettivo: sistematizzare tutta la conoscenza umana. La storia della Britannica può essere suddivisa in cinque periodi, scanditi da cambiamenti nella gestione e dalla riorganizzazione del lavoro.

1768-1826

Nel primo periodo (edizioni da 1 a 6, tra il 1768 e il 1826), l'Encyclopædia Britannica fu