Danimarca

Article

August 13, 2022

La Danimarca, in forma estesa Regno di Danimarca o Regno di Danimarca (danese: Danmark / ˈtænmɑk / e Kongeriget Danmark), è un paese dell'Europa settentrionale e della Scandinavia. Il suo territorio metropolitano si trova nel sud della Norvegia, da cui è separato dallo Skagerrak; nel sud-sudovest della Svezia, il Cattégat che fa da confine naturale con quest'ultima; e il nord della Germania, l'unico paese con cui condivide un confine terrestre. La sua capitale e città più grande è Copenaghen. Il Regno di Danimarca è anche composto da tre paesi costituenti uniti sotto l'entità politica della Comunità del Regno: da un lato, la Danimarca propriamente detta o metropolitana, costituita dalla penisola continentale dello Jutland e da altre 443 isole, la la più grande è la Zelanda su cui si trovano Copenaghen, Vendsyssel-Thy e Funen, e dall'altra le Isole Faroe e la Groenlandia, rispettivamente nell'Oceano Atlantico settentrionale e nell'Oceano Artico. La Danimarca copre un'area di 42.924 km2, che lo rende lo stato più piccolo della Scandinavia, ma una superficie totale di 2.210.579 km2 comprese le Isole Faroe e la Groenlandia. Nel 2020 era popolata da 5,8 milioni di abitanti. Paese essenzialmente pianeggiante, il suo territorio è costituito da terreni agricoli e coste sabbiose. Monarchia costituzionale dal 1849, la Danimarca è una democrazia parlamentare e il monarca, attualmente la regina Margherita II, esercita solo un ruolo simbolico nel funzionamento delle sue istituzioni. La Danimarca esiste come tale dal X secolo, quando Harald, il primo re di Danimarca, raggiunse l'unità della regione. La sua storia è intrinsecamente legata a quella del resto del continente europeo. Partecipando alle invasioni vichinghe fino all'XI secolo, la Danimarca conobbe incessanti lotte per l'influenza e il controllo dei territori vicini, prima con la Svezia e la Norvegia, con cui formò un'unione personale, il Regno di Danimarca.-Norvegia fino al 1814. Questa stessa unione consentì lui per acquisire le Isole Faroe, la Groenlandia e per un certo tempo l'Islanda. I movimenti nazionalisti del XIX secolo agitarono il potere assoluto della monarchia, stabilendo una Costituzione nel 1849, accanto a un'"età dell'oro" delle arti, delle scienze e della vasta industrializzazione. Il paese si oppose alla Confederazione germanica durante due guerre e fu sconfitto alla fine della Seconda Guerra dello Schleswig del 1864, al termine della quale fu costretto a cedere il suo territorio meridionale, il Ducato di Schleswig, che non si sarebbe ripreso. parte dopo la prima guerra mondiale anche se il paese vi rimase neutrale. Invasa dal Terzo Reich durante la seconda guerra mondiale, la Danimarca ha conosciuto nel corso del XX secolo uno sviluppo del suo welfare state basato su un elevato sistema di protezione sociale, oggi uno dei più vantaggiosi al mondo. La sua economia è oggi una delle più sviluppate al mondo, con il PIL nominale pro capite nel 2013 al sesto posto. Con il suo alto tenore di vita, la Danimarca è regolarmente in cima alla classifica degli indicatori di performance sociale (es. HDI), e la popolazione danese è spesso citata come la più felice del mondo. Membro fondatore della NATO, del Consiglio nordico e delle Nazioni Unite, la Danimarca è membro dell'Unione europea dal 1973 e dell'area Schengen, ma non è tuttavia membro dell'area dell'euro e continua a utilizzare la propria valuta , la corona danese.

Toponomastica

Danmark significa letteralmente "il campo dei danesi", vale a dire una regione popolata dai danesi, popolo scandinavo insediato nell'attuale penisola dello Jutland. Questo campo corrisponderebbe alla sua posizione tra la Germania ei paesi nordici. Questa etimologia è ancora oggetto di dibattito da parte dei linguisti. è sviluppato