Cantante

Article

June 28, 2022

Un cantante è una persona che usa la sua voce per produrre una successione di suoni che formano una melodia. Questi suoni possono essere semplici fonemi o testi letterari. Il canto è presente in tutti i generi musicali, sia classici che moderni.

Generi musicali

La musica vocale copre tutti i generi musicali, sia in ambito religioso (mottetto, oratorio, passione, ecc. e più in generale i vari riti e cerimonie) che profano (opera, melodia, canto, ecc.). Il cantante può utilizzare come supporto: un unico fonema sotto forma di vocalizzazioni che si avvicinano all'arte strumentale, come nelle arie della Regina della Notte dal Flauto magico di Mozart o Bachianas brasileiras n° 5 di Villa-Lobos; una serie di onomatopee, in particolare in scat, rese popolari da Louis Armstrong o Ella Fitzgerald, ma anche nel rap del movimento hip-hop; una rima, una poesia, un testo che forma una canzone, un inno, un inno, un'ode, un lieto, una melodia, ecc. ; un libretto appositamente creato o ispirato ad un'opera letteraria o religiosa come nel mottetto, cantata, oratorio, opera, operetta, musical, ecc. I temi e gli stili trattati possono essere molto diversi, dalla ninna nanna all'epica, al romanzesco, coprendo l'intero spettro dei sentimenti umani. Possono anche avere una dimensione politica o sociale. A volte usiamo il termine "cantanti impegnati" o, nel caso dell'umorismo e della satira, "chansonniers".

Morfologia

Se il timbro della voce è relativamente innato perché in parte legato alla morfologia, un cantante può migliorare la propria tecnica vocale prendendo lezioni di canto. Nella musica classica (e in particolare nell'opera), i cantanti sono classificati in diverse categorie in base al tipo e all'estensione della loro voce: per le donne (dal più acuto al più grave): soprano mezzosoprano contralto (o viola) per gli uomini (dal più acuto al più grave): sopranista violista tenore baritono Basso Queste classificazioni hanno sottoclassifiche basate su "colore" timbrico, "lavoro" teatrale o agilità. I castrati, uomini ai quali nell'adolescenza furono asportati i testicoli per evitare che la loro voce cambiasse, secondo una pratica che durò fino alla fine del XIX secolo, coprivano l'attuale gamma di sopranisti e controtenori violisti. Ma l'assenza di castrati in muta, per il minimo sviluppo di sonorità serie e per la relativa facilità di accesso al registro di testa che ciò implicava, rendeva la loro voce simile a quella delle donne: i castrati così preservarono per tutta la vita. . Il termine generico per i cantanti (uomini e donne) specializzati nel genere lirico (opera, operetta) è "artista lirico". Quest'ultima nozione richiede anche talenti recitativi. I cantanti solisti classici sono spesso chiamati "cantante", un termine di origine italiana. Alcuni cantanti famosi come Maria Callas sono anche chiamati "dive" (letteralmente "dee"). Nota: tuttavia, queste classificazioni non hanno senso nei generi musicali che non utilizzano la tecnica classica.

Allenamento

La formazione musicale specializzata nel canto inizia all'età di 6 anni. Grazie alla teoria musicale e alla formazione musicale, il cantante può accedere più rapidamente a repertori di vari stili, trascritti sotto forma di spartiti. Può esibirsi come solista o in gruppo (duo, trio, quartetto, ecc.) fino al coro o coro che può riunire diverse centinaia di persone. Usiamo quindi il termine "corista". I cantanti possono esprimersi a cappella (senza accompagnamento strumentale) o essere supportati dall'accompagnamento di uno strumento (pianoforte, chitarra, ecc.), di più (quartetto a