Castello di Versailles

Article

June 28, 2022

La Reggia di Versailles è un castello e un monumento storico situato a Versailles nelle Yvelines, in Francia. Fu la residenza principale dei re di Francia Luigi XIV, Luigi XV e Luigi XVI. Il re, la corte e il governo vi risiedettero permanentemente dal 6 maggio 1682 al 6 ottobre 1789, ad eccezione degli anni di Reggenza dal 1715 al 1723. Voluto da Luigi XIV per glorificare la monarchia francese, il castello è il monumento più importante del suo regno e uno dei capolavori dell'architettura classica. Ha esercitato una grande influenza in Europa nel XVIII e XIX secolo nel campo dell'architettura e delle arti decorative. Il castello è costituito da un complesso insieme di cortili ed edifici principali che conservano l'armonia architettonica. Si estende su 63.154 mq, suddivisi in 2.300 sale, di cui 1.000 destinate al Museo Nazionale dei Palazzi di Versailles e Trianon. Il parco della Reggia di Versailles si estende su 815 ha, contro gli oltre 8.000 ha prima della Rivoluzione francese, di cui 93 ha di giardini. Comprende molti elementi, tra cui il Petit e Grand Trianon (che fu residenza di Napoleone I, Luigi XVIII, Carlo X, Luigi Filippo I e Napoleone III), il borgo della Regina, il Grand e il Petit Canal, un serraglio ( ora distrutta), un aranceto e lo stagno svizzero.

Posizione

La Reggia di Versailles si trova a nord-ovest del territorio del comune di Versailles in Place d'Armes, 16 chilometri a sud-ovest di Parigi, Francia. Per "Château de Versailles" si intende sia la sontuosa costruzione e i suoi immediati dintorni, sia l'intera tenuta di Versailles, inclusi - tra gli altri - i Trianon, il Canal Grande e il parco del Castello di Versailles. .

Storia

Vecchio Regime

Alle origini del luogo

Prima del castello, la prima menzione di Versailles risale al 1038 in uno statuto dell'Abbazia di Saint-Père de Chartres. Nel 1561, la tenuta di Versailles e la sua dimora signorile furono vendute a Martial de Loménie, segretario alle finanze di Carlo IX. Albert de Gondi, conte di Retz, favorito italiano della regina Caterina de' Medici, divenne, per 35.000 sterline, proprietario della signoria di Versailles e del suo castello, allora costituito da una dimora signorile situata sul luogo dell'attuale albergo degli Affari Esteri e della Marina Militare . Nel 1589, un mese prima di diventare re di Francia, il re di Navarra soggiornò a Versailles. Di ritorno da Blois, vi si fermò dal 7 al 9 luglio e fu ricevuto da Albert de Gondi; vi tornò nel 1604 e nel 1609. Nel 1607, il futuro Luigi XIII, allora di sei anni, fece la sua prima caccia a Versailles. All'inizio del XVII secolo, il terreno circostante era di proprietà, da un lato, della famiglia Gondi e, dall'altro, del priorato di Saint-Julien de Versailles, il cui priore era Mathieu Mercerie. Dal 1622 al 1654 Jean-François de Gondi fu arcivescovo di Parigi, da cui dipendeva gerarchicamente il priorato di Saint-Julien. Jean-François de Gondi, signore di Versailles, è quindi proprietario del dominio che viene acquistato dal re nel 1623. "La terra e la signoria di Versailles" vengono vendute al re l'8 aprile 1632 da questo stesso Jean- Francesco di Gondi, . Sul terreno dell'attuale Reggia di Versailles, c'è solo un mulino a vento.

Luigi XIII: le origini del castello

Il primo castello

Nel 1623 Luigi XIII, affetto da agorafobia e bisognoso di un ritiro spirituale, decise di costruire un modesto casino di caccia in mattoni e pietra in cima all'altopiano di Versailles, sulla strada da Versailles a Trianon, in un luogo chiamato Val-de -Galia. Il 23 marzo 1624 acquistò il mulino e la casa del mugnaio situata sulla collina circondata dalle paludi. Non si conosce il nome dell'architetto ma il maestro muratore si chiama Nico