Bataille de Heiligerlee

Article

June 28, 2022

La battaglia di Heiligerlee, che ebbe luogo il 23 maggio 1568 a Heiligerlee (l'attuale provincia di Groningen), fu uno dei primi scontri della Guerra degli ottant'anni, che oppose al re gli insorti delle diciassette province dei Paesi Bassi spagnoli Filippo II di Spagna e che doveva portare all'indipendenza delle sette Province Unite. Sebbene la battaglia di Rheindalen vicino a Roermond, vinta dagli spagnoli (Sancho d'Avila), abbia avuto luogo il 23 aprile 1568, la Guerra degli ottant'anni è generalmente considerata iniziata il 23 maggio, con la prima vittoria dei ribelli olandesi.

Sfondo

Dopo la crisi del 1566 e lo scoppio della rivolta dei mendicanti, l'arrivo nel 1567 del duca d'Alba nei Paesi Bassi spagnoli e l'istituzione del Consiglio dei guai segnò l'inizio di una brutale repressione, dove il plenipotenziario spagnolo non esitò a arrestare sospetti aristocratici, o addirittura condannarli a morte, come il conte di Egmont e il conte di Hoorne. Per sfuggire all'arresto, Guglielmo d'Orange, stadtholder delle province di Olanda, Zelanda e Utrecht, si rifugiò nell'elettorato della Sassonia, paese di origine della moglie, allora governato dallo zio, il principe elettore Augusto I. Le sue terre furono confiscate e fu privato dei suoi titoli nei Paesi Bassi. Nel 1568 Guglielmo d'Orange radunò un esercito e iniziò a marciare verso i Paesi Bassi per rovesciare il duca d'Alba, divenuto governatore generale dopo le dimissioni di Margherita di Parma: non intendeva ribellarsi a Filippo II, ma lasciare il sovrano una via d'uscita per placare il paese e riguadagnare così il ruolo di autorità imparziale. Guglielmo d'Orange attacca i Paesi Bassi su due fronti: un esercito guidato dal fratello Louis entra nella Gelderland dal nord della Germania mentre gli ugonotti francesi devono attaccare nel sud.

La battaglia

Le forze presenti

I mercenari tedeschi di Louis de Nassau contano 3.900 fanti e Adolphe de Nassau guida uno squadrone di 200 cavalieri. L'esercito del lealista frisone Stadtholder, Jean de Ligne, conte di Aremberg, comprendeva 3.200 fanti e uno squadrone di 20 cavalieri.

Impegno

Consapevole della sua inferiorità numerica, Jean de Ligne cercò dapprima di evitare il combattimento in attesa di rinforzi, ma fu intercettato il 23 maggio vicino al villaggio di Heiligerlee. Jean de Ligne e Adolphe de Nassau hanno perso la vita in questo fidanzamento. I mercenari spagnoli fuggirono e furono massacrati dai ribelli, lasciando a terra tra i 1.500 ei 2.000 uomini.

Sequel

Questa vittoria, la prima dell'esercito di Guglielmo d'Orange, è un monito per la corona di Spagna: la rivolta è di grande portata e bisognerà usare grandi mezzi per ridurla. Il conte di Egmont e il conte di Hoorne furono giustiziati in una pubblica piazza a Bruxelles nel giugno successivo. Il 20 ottobre 1568 Guglielmo d'Orange subì una decisiva sconfitta nella battaglia di Jodoigne contro l'esercito del duca d'Alba. Guglielmo d'Orange deve fuggire di nuovo.

Commemorazione

La battaglia e Adolphe de Nassau sono menzionati nell'inno nazionale olandese: "Nella Frisia, nel campo d'onore, cadde il conte Adolphe" (Graef Adolff is ghebleven, a Vriesland in den slaech.)

Note e riferimenti

(de) Questo articolo è in parte o interamente tratto dall'articolo di Wikipedia in tedesco "Schlacht von Heiligerlee" (vedi elenco degli autori).

Vedi anche

Cronologia della guerra degli ottant'anni

Bibliografia

(in) Peter Limm, La rivolta olandese, 1559-1648, Londra, New York, Longman, coll. “Seminari di storia” (n. 1989: 1), 1989, 147 p. (ISBN 978-0-582-35594-1).

Collegamenti esterni

Portale della storia militare Portale della Spagna Portale dei Paesi Bassi Portale