Appello all'ignoranza

Article

August 11, 2022

Il ricorso all'ignoranza (argumentum ad ignorantiam) è un errore in cui una proposizione è dichiarata vera perché non è stata dimostrata falsa (o viceversa). È una specie di falso dilemma. Questo errore può essere usato come una razionalizzazione di idee inconfutabili. Il richiamo all'ignoranza è fortemente legato all'inversione dell'onere della prova, con il quale viene spesso confuso. Le condizioni delle democrazie stabili contribuiscono alla diffusione di questo sofisma. Mentre la trasmissione di informazioni nelle comunicazioni di massa era precedentemente selezionata dai "gatekeepers" (guardiani delle porte (in Kurt Lewin) che designano i giornalisti, accademici, politici che agiscono come comunicatori di selezione in teoria dell'informazione), la moltitudine di fonti di informazione e la loro immediatezza facilitano la diffusione di voci e teorie del complotto in democrazie stabili la cui libertà e sicurezza sono garantite. Queste condizioni favoriscono una società di credulità informativa, vittima di pregiudizi di conferma, ogni persona è in grado di scegliere la fonte di informazioni che supporta questo tipo di argomentazione.

Esempi

X è vero perché non puoi dimostrare che X è falso. X è falso perché non puoi provare che X è vero. “Sebbene abbiamo dimostrato che la Luna non è fatta di costole, non abbiamo dimostrato che il suo nucleo non possa essere riempito con esse; quindi il cuore della Luna è ripieno di costine di maiale”. Finora la scienza non è stata in grado di creare la vita; la vita deve quindi essere il risultato dell'intervento divino. Dio non esiste perché non puoi provare che Dio esiste (o viceversa). Se guardiamo oltre l'universo osservabile, dobbiamo sicuramente essere in grado di trovare la prova dell'esistenza di Dio.

Varianti

Quando è stato dimostrato che qualcosa è impossibile: “Non lo sai! ". Implicito: “Non lo so, quindi tu non lo sai, quindi nessuno lo sa, quindi mi rifiuto di sapere che è falso…”.[rif. necessario] Quando si invoca il passato: “Che ne sai tu, forse c'eri tu? ". Implicito: "Nessuno di noi ha prove dirette, quindi le tue prove circostanziali non sono migliori della mia mancanza di prove. ". Si applica in particolare al Big Bang e alla teoria dell'evoluzione.

Note e riferimenti

Note

Riferimenti

Vedi anche

Bibliografia

(it) Irving M. Copi e Carl Cohen, Introduzione alla logica, Upper Saddle River (New Jersey), Prentice Hall, 1998, 10a ed. (ISBN 978-0-13-242587-2, OCLC 36060013).

Articoli correlati

Sofisma Falso dilemma Legge di Brandolini Argomento a silentio discussione Portale di Filosofia Portale di Scetticismo Razionale Portale di Psicologia