Amelia Earhart

Article

August 11, 2022

Amelia Mary Earhart, conosciuta anche come Lady Lindy, nata ad Atchison (Kansas) il 24 luglio 1897 e scomparsa nell'Oceano Pacifico il 2 luglio 1937, è un'aviatrice americana. È famosa in particolare per essere stata, nel giugno 1928, la prima donna ad attraversare l'Oceano Atlantico in aereo e, nel 1932, la prima donna ad attraversarlo da sola.

Giovani e formazione

Amelia Mary Earhart, figlia di Samuel "Edwin" Stanton Earhart (1868-1940) e Amelia "Amy" Otis Earhart (1869-1962), nacque ad Atchison, Kansas, nella casa del nonno materno, Alfred Gideon Otis (1827). -1912). Era un ex giudice federale degli Stati Uniti, presidente della Atchison Savings Bank e cittadino anziano di Atchison. Alfred Otis non aveva approvato il matrimonio ed era scontento dei progressi di Edwin nei suoi studi legali. Amelia ha ricevuto i nomi delle sue due nonne (Amelia Josephine Harres e Mary Wells Patton), secondo la tradizione di famiglia. Fin dalla tenera età, Amelia, soprannominata "Meeley" o "Millie", era una leader. Sua sorella minore, nata due anni dopo di lei, Grace Muriel Earhart (1899-1998), soprannominata "Pidge", si è comportata come una fedele seguace. Le due ragazze hanno continuato a essere all'altezza dei loro soprannomi molto tempo dopo essere entrate nell'età adulta. Il loro comportamento era non convenzionale, poiché per esempio Amy Earhart non vedeva la necessità di crescere i suoi figli come "ragazzine carine". Dopo essersi diplomata alla Hyde Park Academy High School, si è unita a sua sorella a Toronto, in Ontario. Durante la prima guerra mondiale, si arruolò nel 1916 come assistente infermieristica nel Voluntary Aid Detachment (VAD), lavorò per la Croce Rossa di Toronto, poi presso l'ospedale militare Spadina situato nel Knox College, Toronto. Finita la guerra, Amelia riprese i suoi studi alla Columbia University di New York, dove frequentò corsi di preparazione medica. Nel 1920, un primo volo gli diede la passione per il volo. Divenne studentessa infermiera, poi, nel 1925, assistente sociale, e nel frattempo si comprò lezioni di volo, risparmiando abbastanza per comprare un biplano giallo brillante, che chiamò per questo motivo il Canarie. ,. Il 22 ottobre 1922, Earhart raggiunse un'altitudine di 4.300 m, il record per un aviatore in quel momento.

Celebrità

Volo transatlantico del 1928

Dopo il primo volo New York-Parigi di Charles Lindbergh nel 1927, nella mente degli editori che avevano pubblicato il resoconto della sua traversata, in particolare George P. Putnam, sorse l'idea che una simile risonanza potesse accompagnare la prima traversata. in aereo da una donna. Diverse avevano avuto questa idea e l'avventura rimase rischiosa: nei dodici mesi successivi, cinque donne tentarono l'avventura, tutte fallite e delle cinque, tre semplicemente scomparvero in mare. Fu così che Amelia fu contattata nell'aprile 1928 da Hilton Railey, un collaboratore di Putnam, che le chiese "Ti piacerebbe essere la prima donna ad attraversare l'Atlantico in aereo?" ". Durante il volo il suo ruolo si sarebbe limitato alla tenuta del giornale di bordo del Trimotore Fokker F.VIIb/3 “Friendship” pilotato da Wilmer Stultz, a sua volta coadiuvato dal copilota e meccanico Louis Gordon. Partendo da Trepassey Harbour, Terranova, il 17 giugno 1928, il trio atterrò vicino a Burry Port, nel Galles, dopo un volo di 20 ore e 40 minuti. Amelia dichiarò senza mezzi termini all'arrivo di essere stata in questo attraversamento solo un "sacco di patate", aggiungendo che forse un giorno avrebbe provato a farlo di nuovo da sola. Fu comunque un'accoglienza trionfale in Inghilterra quando, dopo il rifornimento, il trimotore vi arrivò il 19 giugno. Il trio è stato trattato per una parata di nastri ticker durante la loro