23 ottobre nello sport

Article

July 1, 2022

23 ottobre (296° giorno dell'anno o 297° in caso di anno bisestile) nello sport. 22 ottobre nello sport - 23 ottobre nello sport - 24 ottobre nello sport

Eventi

XIX secolo

1886: (Baseball / World's Championship Series): i St. Louis Browns vincono (4 vittorie, 2 sconfitte) contro i Chicago White Stockings nella 3° edizione negli Stati Uniti delle World's Championship Series di baseball tra i campioni dell'American Association e i Lega Nazionale.

XX secolo dal 1901 al 1950

XX secolo dal 1951 al 2000

1966: (Formula 1): Gran Premio dell'Automobile del Messico. 1970: (Automotive): a Bonneville Salt Flats, Gary Gabelich stabilisce un nuovo record di velocità su terra: 1014,52 km/h. 1977: (Formula 1): Gran Premio dell'Automobile del Giappone.

21° secolo

2011: (Rugby Union): nella finale dei Mondiali 2011, la Nuova Zelanda ha vinto contro la Francia 8-7 (5-0). 2016: (Competizione automobilistica / Formula 1): al Gran Premio dell'Automobile degli Stati Uniti svoltosi sul Circuit of the Americas di Austin, vittoria del britannico Lewis Hamilton davanti al tedesco Nico Rosberg e all'australiano Daniel Ricciardo. (Tennis tavolo / Campionati europei): il francese Emmanuel Lebesson ha sconfitto il connazionale Simon Gauzy a Budapest, in Ungheria, nella finale del campionato europeo. È il primo titolo europeo per la Francia dopo Jacques Secrétin nel 1976.

Nascite

XIX secolo

1880: Jimmy McMenemy, calciatore scozzese. (12 selezioni per la nazionale). († 23 giugno 1965). 1886: Charles Crupelandt, ciclista su strada francese. Vincitore della Parigi-Roubaix 1912 e 1914. († 18 febbraio 1955). Ernest Friderich, pilota automobilistico francese. († 22 gennaio 1954). 1900: Douglas Jardine, giocatore di cricket inglese. (22 selezioni nel test di cricket). († 18 giugno 1958).

XX secolo dal 1901 al 1950

1905: Gertrude Ederle, nuotatrice americana. Campione olimpico nella staffetta 4×100 m e medaglia di bronzo nei 100 e 400 m stile libero ai Giochi di Parigi del 1924 († 30 novembre 2003). 1920: Jim Henry, giocatore di hockey su ghiaccio canadese. († 21 gennaio 2004). 1924: Claude Netter, fiorettista francese. Campione olimpico a squadre ai Giochi di Helsinki del 1952, poi medaglia d'argento a squadre ai Giochi di Melbourne del 1956. Campione del mondo di fioretto a squadre nel 1951, 1953 e 1958 († 13 giugno 2007). 1925: Fred Shero, giocatore di hockey su ghiaccio, poi allenatore canadese e leader sportivo. († 24 novembre 1990). 1927: Dezső Gyarmati, poloista poi allenatore e politico ungherese. Medaglia d'argento ai Giochi di Londra 1948 poi campione olimpico ai Giochi di Helsinki 1952, ai Giochi di Melbourne 1956 e ai Giochi di Tokyo 1964 poi medaglia di bronzo ai Giochi di Roma 1960. Allenatore della squadra ungherese, campione olimpico ai Giochi di Montreal 1976 († agosto 18, 2013). 1931: Jim Bunning, giocatore di baseball e poi politico americano. († 26 maggio 2017). Danilo Coito, cestista uruguaiano. (8 selezioni nazionali). 1938: Alan Gilzean, calciatore scozzese e poi allenatore. (22 selezioni per la nazionale). († 8 luglio 2018). 1939: David Andrews, pilota automobilistico britannico. 1940: Pelé, calciatore brasiliano. Campione del mondo di calcio 1958, 1962 e 1970. Vincitore della Copa Libertadores 1962 e 1963. (92 presenze in nazionale). 1946: Miklós Németh, lanciatore ungherese. Campione olimpico di giavellotto ai Giochi di Montreal del 1976. 1947: Kazimierz Deyna, calciatore polacco. Campione olimpico ai Giochi di Monaco del 1972 e medaglia d'argento ai Giochi di Montreal del 1976 (85 presenze in nazionale). († 1 settembre 1989). 1949: René Metge, pilota di rally automobilistico e organizzatore di gare automobilistiche francesi. Vincitore del Rally Dakar 1981, 1984 e 1986.

XX secolo dal 1951 al 2000

1