2004

Article

July 3, 2022

Il 2004 è un anno bisestile che inizia di giovedì. È il 2004° anno della nostra era, il 4° anno del 3° millennio e del 21° secolo e il 5° anno del decennio 2000-2009.

Altri calendari

L'anno 2004 del calendario gregoriano corrisponde alle seguenti date: Calendario cinese: 4701/4702 (il capodanno cinese 4702 dell'anno della scimmia di legno cade il 22 gennaio 2004) Calendario ebraico: 5764/5765 (1° Tishri 5765 è il 16 settembre 2004) Calendario indiano: 1925/1926 (il 1° chaitra 1926 ha luogo il 21 marzo 2004) Calendario musulmano: 1424/1425 (il 1° Muharram 1425 ha luogo il 22 febbraio 2004) Calendario persiano: 1382/1383 (il 1° farvardin 1383 ha luogo il 20 marzo 2004) Calendario repubblicano: 212/213 (il 1° Vendémiaire 213 si svolge il 22 settembre 2004) giorni giuliani: da 2,453,005,5 a 2,453,371,5,

Cronologia territoriale

Mondo

Anno internazionale per commemorare la lotta contro la schiavitù e la sua abolizione (1904). 400° anniversario dell'arrivo dei francesi in Nord America (1604). 4 febbraio: lancio del social network Facebook. 24 febbraio: Ayman Al-Zaouahiri, braccio destro egiziano di Osama bin Laden e vera mente di Al-Qaeda, fa per la prima volta minacce esplicite contro la Francia, in un'audiocassetta trasmessa sul canale al-Arabiya con sede a Dubai, a causa del divieto del velo islamico. 16 marzo: in Pakistan, scoppiano scontri tra i talebani e l'esercito pakistano nel Waziristan del Sud, che segnano l'inizio dell'insurrezione islamista in Pakistan. 7 aprile: commemorazioni nel mondo del decimo anniversario dell'inizio del genocidio in Rwanda. L'ONU ha dichiarato questa giornata "Giornata internazionale di riflessione sul genocidio in Ruanda nel 1994". 28 aprile: Risoluzione 1540 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite concernente le armi di distruzione di massa e la proliferazione nucleare (capitolo VII). 26 dicembre: un terremoto e uno tsunami hanno devastato l'intero Oceano Indiano (Sumatra, Thailandia, India, Sri Lanka, ecc.) uccidendo più di 250.000 persone.

Guerra in Iraq

28 aprile: la stampa rivela la pratica della tortura e dell'umiliazione nelle carceri irachene da parte dei soldati americani. Pubblicazione di foto della prigione di Abu Ghraib che fa scandalo. 19 settembre: un video pubblicato su un sito web islamista mostra apparentemente una scena di decapitazione di tre membri del Partito Democratico del Kurdistan (PDK) nel nord dell'Iraq. 20 settembre: due ostaggi americani in Iraq, Eugene Armstrong e Jack Hensley, rapiti il ​​16 settembre con un britannico, vengono decapitati a 24 ore di distanza dai loro rapitori, il gruppo di Abu Moussab Al-Zarqaoui, "Unification et guerre sainte". 8 ottobre: ​​L'ostaggio britannico Kenneth Bigley viene decapitato dai suoi carcerieri in Iraq. 7 novembre: attacco su larga scala alla città di Falloujah. 13 novembre: dopo 6 giorni di combattimenti, gli americani prendono il controllo di Falloujah. 22 dicembre: liberazione dei due ostaggi e dei giornalisti francesi Georges Malbrunot e Christian Chesnot, detenuti per 124 giorni.

Africa

5 gennaio: i ribelli hutu burundesi delle Forze di liberazione nazionale (FNL), l'ultimo movimento in guerra contro il governo di transizione del Burundi, accettano di negoziare con il presidente del Burundi Domitien Ndayizeye; annunciano, contestualmente, la revoca dell'ultimatum che avevano lanciato il 31 dicembre contro il presidente della conferenza episcopale del Burundi, mons. Simon Ntamwana, al quale avevano concesso 30 giorni per lasciare il Paese, dopo le accuse di quest'ultimo di aver giustiziato il 29 dicembre il nunzio apostolico in Burundi, mons. Michael Courtney. 24 febbraio: in Marocco, terremoto di magnitudo 6,5 della scala aperta Richter nel nord del Paese provocando 517 morti. 8 aprile: e