1991

Article

July 3, 2022

Il 1991 è un anno comune che inizia di martedì.

Cronologia territoriale

Mondo

17 gennaio: Guerra del Golfo: inizio dell'offensiva Desert Storm, che porterà alla neutralizzazione dell'esercito iracheno; Morte di re Olav V di Norvegia, ultimo sovrano europeo regnante nato prima della prima guerra mondiale; 28 febbraio: fine della Guerra del Golfo, con vittoria della coalizione. 30 luglio: vertice americano-sovietico, descritto come “il primo vertice del dopo Guerra Fredda” a Mosca. 31 luglio: firma a Mosca di Start 1 (colloqui strategici per la riduzione degli armamenti) tra Unione Sovietica e Stati Uniti, che prevede una riduzione del 30% delle armi nucleari strategiche, vale a dire di oltre 5.500 km di gittata ma il loro numero diminuirà da 12.081 a 10.395 per gli Stati Uniti e da 10.841 a 8.040 per l'Unione Sovietica. 6 agosto: Tim Berners-Lee lancia il World Wide Web, il primo sito web al mondo. 17 settembre: l'ONU sale a 186 membri con l'ammissione delle due Coree, dei tre Stati baltici, della Micronesia e dei Marshall. 20 dicembre: fondazione del Consiglio di cooperazione nordatlantico. 26 dicembre: scioglimento dell'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche. Il premio Nobel per la pace viene assegnato alla birmana Aung San Suu Kyi.

Africa

13 gennaio: vittoria dell'opposizione alle elezioni legislative a Capo Verde. 27 gennaio: caduta del governo somalo del generale Siad Barre, sconfitto dal Congresso della Somalia Unificata (CSU) e sostituito dal leader ribelle Ali Mahdi Muhammad 25 febbraio-10 giugno: conferenza nazionale in Congo. Marzo: il presidente Momoh si esprime a favore della politica multipartitica in Sierra Leone 23 marzo: guerra civile in Sierra Leone (terminata il 18 gennaio 2002). 24 marzo: Nicéphore Soglo vince le elezioni presidenziali in Benin contro Mathieu Kérékou. 26 marzo: Rivolte a Bamako. In Mali, un colpo di stato militare guidato da Amadou Toumani Touré mette fine alla dittatura di Moussa Traoré, durata 23 anni. Nuova costituzione in Gabon. 29 marzo: Amadou Toumani Touré instaura un regime di “transizione democratica” in Mali e assume la presidenza del “Comitato di transizione per la salvezza del popolo” (CTSP); riabilitazione di “figure storiche del Mali moderno”. Alpha Oumar Konaré sarà eletto democraticamente alla presidenza nel 1992. Cessate il fuoco tra il governo del Mali e la ribellione tuareg. 12 aprile: sistema multipartitico in Togo. 22 aprile: sistema multipartitico nella Repubblica Centrafricana. Aprile-maggio: disordini politici in Camerun. 8 maggio: sistema multipartitico in Guinea-Bissau. 18 maggio: guerra civile in Somalia. L'ex Somaliland dichiara unilateralmente la propria indipendenza. Guerre di clan (1991-1996). 21 maggio (Etiopia): il colonnello Mengistu Haile Mariam rinuncia al potere dopo la vittoria dei ribelli eritrei e tigriani contro l'esercito regolare. 28 maggio: Meles Zenawi, del Fronte democratico rivoluzionario del popolo etiope, è eletto democraticamente presidente in Etiopia. 31 maggio: Costituzione che adotta il multipartitismo in Ruanda Guerra civile angolana: Firma di un accordo di pace tra il Presidente della Repubblica Popolare dell'Angola, José Eduardo dos Santos e il capo dell'UNITA, Jonas Savimbi. 2 giugno: Abolizione delle ultime leggi sull'apartheid in Sudafrica. Costituzione democratica in Burkina Faso. 3-5 giugno: Conferenza di Abuja: i membri dell'OUA discutono della creazione di un progetto di comunità economica africana da sviluppare in sei fasi entro il 2025. 16 giugno: per il primo anno si celebra la Giornata del bambino africano in memoria del massacro di Soweto. Giugno: governo provvisorio dell'EPLF in Eritrea 8 luglio - 28 agosto: conferenza nazionale in Togo. 9 luglio: dopo 30 anni di sospensione, il Sudafrica torna nel movimento olimpico. 12 luglio: costituzione che stabilisce un sistema multipartitico in Mauritania. 29 luglio: Apertura a Bamako (Mali)