1988

Article

July 3, 2022

Il 1988 è un anno bisestile che inizia di venerdì.

In breve

20 febbraio: inizio della guerra del Nagorno-Karabakh. 14 aprile: gli accordi di Ginevra segnano la fine della prima guerra in Afghanistan; I soldati sovietici si ritirano dal 15 maggio. 4 maggio: fine del caso degli ostaggi in Libano. 8 agosto: Manifestazioni pacifiche per l'instaurazione della democrazia in Birmania. 20 agosto: fine della guerra Iran-Iraq.

Relazioni internazionali

29 maggio - 2 giugno: vertice Reagan-Gorbaciov a Mosca. Ronald Reagan celebra i diritti umani e le libertà lì. Accordi che prevedono il ritiro delle truppe sovietiche dall'Afghanistan e delle truppe cubane dall'Angola. 19-21 giugno: vertice del G7 a Toronto. 9-11 novembre: Primo incontro a Ginevra dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) creato dall'ONU su richiesta del G7. È responsabile della sintesi di studi scientifici sul riscaldamento globale. 8 dicembre: a seguito del terremoto di Yerevan (25.000 morti) in Unione Sovietica, su iniziativa del presidente Mitterrand, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite adotta il principio dell'interferenza umanitaria: "assistenza umanitaria alle vittime di disastri naturali ed emergenze simili". 10 dicembre: Premio Nobel per la pace alla Forza di pace delle Nazioni Unite, custode della pace. 20 dicembre: adozione a Vienna della Convenzione contro il traffico illecito di stupefacenti e sostanze psicotrope (organizzata sotto l'egida dell'ONU). È entrato in vigore l'11 novembre 1990 e rafforza le misure esistenti per combattere il traffico di droga.

Eventi

Africa

5 gennaio: manifestazioni delle donne contro l'alto costo della vita a Conakry. 12-20 gennaio: Battaglia di Cuito Cuanavale. 28 febbraio: elezioni presidenziali e legislative in Senegal. Abdou Diouf viene rieletto con il 73,2% dei voti espressi. 17-18 marzo: battaglia di Afabet nella guerra d'indipendenza eritrea. Tre divisioni etiopi vengono distrutte, con forse 10.000 morti. Gli insorti sequestrano una notevole quantità di bottino. 24 aprile: Paul Biya, unico candidato, viene rieletto presidente del Camerun. 16 maggio: ripresa delle relazioni diplomatiche tra Algeria e Marocco, interrotte dal marzo 1976. 6 giugno: abolizione della carica di Primo Ministro in Mali. 10-11 giugno, Ciad: Operazione Mount Hope III; un elicottero d'attacco libico Mil Mi-25 Hind-D di fabbricazione sovietica precipitato nel 1987 è stato recuperato dagli americani. 26 giugno: elezioni legislative maliane. L'unica lista di 82 candidati UDPM (42 uscenti) ha ottenuto il 98,56% dei voti espressi e tutti i seggi. 27 giugno, guerra civile angolana: bombardamento cubano sulla diga di Calueque e scontro a terra tra soldati angolani e sudafricani, al confine con la Namibia. 20 luglio: viene raggiunto un accordo in 14 punti tra Sudafrica, Angola e Cuba. In quel momento c'erano 50.000 soldati cubani in Angola. 5 agosto: Firmato il Protocollo di Ginevra tra Sudafrica, Angola e Cuba, che prevede un cessate il fuoco il 10 agosto e il ritiro totale delle truppe sudafricane. 22 agosto: firma dell'accordo di cessate il fuoco tra Angola e Sudafrica a Ruacana. 30 agosto: il Marocco e il Fronte Polisario iniziano i negoziati. Le due parti accettano la mediazione congiunta delle Nazioni Unite e dell'OUA, ma non riescono a raggiungere un accordo. 19 settembre: firma del primo programma di aggiustamento strutturale negoziato tra Camerun, FMI (Fondo Monetario Internazionale) e Banca Mondiale. 22 settembre, Mali: annuncio della chiusura del carcere di Taoudeni (miniere di sale); tre membri della CMLN imprigionati per tradimento nel 1979 sono stati rilasciati. il 18