1983

Article

August 13, 2022

Il 1983 è un anno comune che inizia di sabato.

In breve

23 marzo: annuncio dell'Iniziativa di difesa strategica (SDI) da parte del presidente Ronald Reagan dopo il rifiuto sovietico dell'opzione zero nella crisi degli euromissili. 10 aprile 17 novembre, guerra Iran-Iraq: le quattro offensive iraniane “Aurora” (Al-Fajr) effettuate sul fronte settentrionale non hanno prodotto risultati. 16 maggio: ripresa della guerra civile sudanese. 23 luglio: inizio di una guerra civile in Sri Lanka. 4 agosto: colpo di stato di Thomas Sankara nell'Alto Volta. 1 settembre: un Boeing sudcoreano viene abbattuto da aerei da combattimento sovietici credendo di avere a che fare con un aereo spia americano nel suo spazio aereo al largo dell'isola di Sakhalin (269 morti). 3 settembre: in Libano, il ritiro israeliano dalla regione di Chouf provoca scontri mortali tra drusi del Partito socialista progressista e cristiani delle forze libanesi (“guerra di montagna”). 16 settembre: Arnold Schwarzenegger diventa ufficialmente americano. 23 ottobre: ​​attacchi a Beirut. 25 ottobre: ​​invasione di Grenada. 10 dicembre: Raúl Alfonsín ripristina la democrazia in Argentina dopo la dittatura militare.

Eventi

Africa

8 gennaio: creazione sotto la guida del Gabon del Centro Internazionale delle Civiltà Bantu (CICIBA). 11 gennaio: nell'Alto Volta, (ora Burkina Faso), il “Comitato per la salvezza del popolo” (CSP) nomina primo ministro Thomas Sankara. Considerato troppo progressista, fu licenziato e arrestato il 17 maggio dal presidente Jean-Baptiste Ouédraogo. 17 gennaio: decreto di espulsione dei clandestini in Nigeria. Vengono espulse circa un milione e mezzo di persone, tra cui 700.000 ghanesi, 180.000 nigeriani, 150.000 ciadiani, 120.000 camerunesi, 5.000 togolesi e 5.000 beninesi. 27 febbraio: elezioni legislative e presidenziali in Senegal, vinte dal Partito Socialista e Presidente uscente Abdou Diouf. 21 marzo: Yamoussoukro, città natale del presidente ivoriano Félix Houphouët-Boigny, diventa ufficialmente la capitale della Costa d'Avorio. 16 maggio: visita di Guy Penne, consigliere di François Mitterrand nell'Alto Volta. Il giorno dopo, il primo ministro Thomas Sankara viene arrestato. la ribellione della guarnigione Bor viene repressa dall'esercito sudanese; ripresa della guerra civile tra Nord e Sud in Sudan. 20 maggio: L'attentato di Church Street a Pretoria, condotto da Umkhonto we Sizwe, l'ala militare dell'African National Congress, uccide 19 persone e ne ferisce 217. inaugurazione del ponte Matadi, costruito dal Giappone, sul fiume Congo. 29 maggio: elezioni legislative camerunesi. 21 giugno Ciad: offensiva del GUNT guidato da Goukouni Oueddei, rifugiato nel Tibesti, contro il governo di Hissène Habré, appoggiato dalla Libia. Prende Faya-Largeau e Abéché, ma è disgustata dalla reazione di Hissène Habré. Gheddafi decide di intervenire direttamente. 31 luglio: manifesto di fondazione dell'Esercito Popolare di Liberazione del Sudan di John Garang 4 agosto: colpo di stato nell'Alto Volta; Il capitano Thomas Sankara caccia il presidente Jean-Baptiste Ouédraogo e cede tutti i poteri al Comitato rivoluzionario nazionale che presiede (chiuso nel 1987). 10 agosto: la Francia lancia l'"Operazione Manta" in Ciad. Le truppe francesi intervengono nel conflitto Ciad-Libia per sostenere Hissène Habré. 27 agosto: Ahmadou Ahidjo, accusato di cospirazione, lascia sotto pressione la leadership dell'Unione nazionale del Camerun, partito unico del Camerun. Il presidente Paul Biya lo sostituisce a settembre 9 settembre: istituzione della Sharia (legge islamica) in Sudan. 18 ottobre: ​​fondazione della Comunità economica degli Stati dell'Africa centrale (ECCAS). 2 novembre: in Sudafrica una nuova costituzione viene approvata tramite referendum esclusivamente da un elettorato