1968

Article

June 27, 2022

Il 1968 è un anno bisestile che inizia di lunedì.

In breve

1 febbraio: apertura della Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo (UNCTAD) a New Delhi. 17 marzo: accordi di Washington; per porre fine alla speculazione sull'oro (il prezzo del lingotto raggiunge i 7.000 franchi a Parigi), i membri attivi del pool d'oro decidono di interrompere l'acquisto o la vendita del metallo sul mercato internazionale. Vengono creati due mercati dell'oro paralleli. 30 marzo: la conferenza del Gruppo dei Dieci a Stoccolma adotta una riforma del Sistema Monetario Internazionale e consente la creazione di Diritti Speciali di Prelievo (DSP) che sono costituiti da un paniere di 5 valute (dollaro, marco, yen, franco francese + sterlina sterlina) nel tentativo di porre fine alla crisi valutaria internazionale causata dalla fine della convertibilità del dollaro. Maggio: rivolte studentesche in Nord America, Giappone ed Europa. 1 luglio: firma di un trattato di non proliferazione delle armi nucleari (137 paesi). 25 luglio: promulgazione da parte di papa Paolo VI dell'enciclica Humanae Vitae che si oppone a qualsiasi contraccezione chimica. 20 - 21 agosto: frantumazione della "Primavera di Praga" e inizio della standardizzazione in Cecoslovacchia. 9 ottobre: ​​Premio Nobel per la pace al francese René Cassin, presidente della Corte europea dei diritti dell'uomo. 8 novembre: Convenzione di Vienna sulla circolazione stradale.

Eventi

Africa

16 gennaio: scioglimento dell'Assemblea nazionale in Mali. Il presidente Modibo Keïta governa per ordinanze. 31 gennaio: evacuazione anticipata della base di Mers el Kébir in Algeria da parte delle truppe francesi. 11 febbraio Ciad: Ibrahim Abatcha, fondatore di Frolinat, viene ucciso dalle forze governative del Ciad in un'imboscata nei pressi di Abéché. 19 febbraio: Jacobus Johannes Fouché viene eletto Presidente della Repubblica del Sudafrica. Inaugura il suo mandato il 10 aprile. Quasi un milione di sudafricani furono arrestati nel 1968 per reati. 25 febbraio: elezioni legislative e presidenziali in Senegal. Il 6 marzo il presidente della Repubblica Léopold Sédar Senghor, rieletto dal 94,1% dei voti, forma il governo. 5 marzo: disordini nel Tibesti durante la guerra civile ciadiana. Il posto di Aouzou cadde nelle mani dei ribelli Toubou che si unirono al Frolinat e crearono le Forze Armate del Nord (FAN). Respinte il 7 marzo, le truppe governative ripresero il controllo della guarnigione, ma furono circondate. Dopo due tentativi falliti, il presidente François Tombalbaye chiede l'intervento francese il 28 agosto 12 marzo: indipendenza di Mauritius. 31 marzo: vittoria dell'esercito biafrano nella battaglia di Abagana, nella guerra del Biafra. 12 aprile: un primo gruppo di 154 esperti cinesi (sui 300 previsti) arriva in Tanzania a bordo della Yao Hua. Hanno il compito di iniziare i lavori di rilevamento del terreno sui 1.700 km di linea ferroviaria per collegare Dar es Salaam al Copperbelt, la regione mineraria del rame dello Zambia. Il progetto è finanziato da un prestito di 100 milioni di sterline in Tanzania e Zambia. 18 aprile: "sergente putsch", altro colpo di stato militare in Sierra Leone da parte di un gruppo di sottufficiali guidati dal sergente Patrick Gordon. Il 26 aprile Siaka Stevens, eletto nel marzo 1967, riprese il potere. 1 maggio: sciopero dei lavoratori in Senegal. 27 maggio: Inizio dello sciopero all'Università di Dakar e nelle scuole superiori e nei college del Senegal. Il giorno dopo, la polizia interviene e arresta i capi. I sindacati chiedono lo sciopero generale per il 31 maggio. Arrestati i dirigenti dell'Unione nazionale dei lavoratori del Senegal (UNTS). la repressione dello sciopero dei minatori MIFERMA a Zouerate in Mauritania uccide 7 persone. Maggio: nel Sahel piove il mousso