1962

Article

August 17, 2022

Il 1962 è un anno comune che inizia di lunedì.

In breve

29 gennaio: aggiornata la conferenza di Ginevra sul disarmo. Si riprende il 14 marzo, senza Francia. 14 marzo: apertura a Ginevra dei lavori del Comitato delle Diciotto Potenze sul disarmo. 18 marzo: accordi di Evian per l'indipendenza dell'Algeria (in vigore dal 5 luglio). 5-8 aprile: Libia e Indonesia si uniscono all'OPEC alla quarta conferenza dell'organizzazione a Ginevra. 18 settembre: 17a Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Ammissione di Giamaica, Ruanda, Burundi e Trinidad e Tobago. L'Algeria viene ammessa il 5 ottobre, l'Uganda il 25 ottobre. 11 ottobre: ​​apertura del Concilio Vaticano II. 16-28 ottobre: ​​crisi missilistica cubana. 5 novembre: il Comitato politico delle Nazioni Unite si dichiara favorevole all'interruzione di tutti i test nucleari a partire dal 1 gennaio 1963.

Eventi

Africa

12 gennaio: ripresa dei negoziati tra Mali e Francia a Parigi. Definiscono la cooperazione economica, finanziaria e culturale francese tra i due Paesi e si concludono con una serie di accordi firmati a Matignon e Bamako. 19 gennaio: bando dei partiti di opposizione in Ciad ad eccezione del Partito progressista del Ciad. 30 gennaio: la 16a sessione delle Nazioni Unite mette all'ordine del giorno la questione dell'Angola. I rappresentanti degli stati africani condannano all'unanimità le azioni del Portogallo. Inizia in Tanganica (Tanzania nel 1964) una strana epidemia di risate che dura 6 mesi. 14 febbraio-6 aprile: conferenza Lancaster House, conferenza sulla Costituzione del Kenya presieduta dal Segretario di Stato per le Colonie Reginald Maudling. 1 marzo: autonomia interna dell'Uganda, a seguito di disordini. 4 marzo: il volo 153 della Caledonian Airways si schianta poco dopo il decollo a Douala. 27 marzo: l'UPA diventa Fronte Nazionale per la Liberazione dell'Angola; il 3 aprile il leader dei nazionalisti angolani Roberto Holden forma a Leopoldville un governo provvisorio della Repubblica d'Angola (GRAE, Governo Rivoluzionario dell'Angola in esilio). 12 maggio: Trattato che istituisce l'Unione monetaria dell'Africa occidentale (WAMU). 20-25 giugno: fondazione del FRELIMO, Fronte di Liberazione del Mozambico di Eduardo Mondlane a Dar-es-Salaam. 30 giugno: Modibo Keïta ritira il Mali dalla zona del franco e crea il franco maliano e un istituto di emissione. Notte del 30 giugno-1 luglio: PAIGC di Amílcar Cabral isola la parte meridionale della Guinea portoghese (Guinea-Bissau) da una serie di sabotaggi che innescano un esodo di civili portoghesi. A dicembre si installa definitivamente la guerra di liberazione (fine 1974). 1 luglio: indipendenza del Ruanda e del Burundi concessa dall'Impero coloniale belga. Disordini etnici in Ruanda (1962-1964). 20 luglio: commercianti maliani, preoccupati per il rischio di deprezzamento della moneta, provocano gravi incidenti a Bamako, scatenando contromanifestazioni e portando a 91 arresti, tra cui quello di Fily Dabo Sissoko e Hammadoun Dicko, condannati a morte per "tentato colpo di stato". Stato', poi graziato in ottobre. 5 agosto: arresto di Nelson Mandela da parte del governo sudafricano. 7 settembre: in Ghana, membri del CPP offrono la presidenza a vita a Kwame Nkrumah, che rifiuta il 2 ottobre. L'11 settembre l'Assemblea nazionale ha approvato una risoluzione che chiede un sistema a partito unico; si intensifica l'opposizione a Nkrumah e ad Accra vengono effettuati bombardamenti. Il 22 settembre è stato dichiarato lo stato di emergenza e il coprifuoco. 5 ottobre: ​​adozione della legge sulla detenzione preventiva in Tanganica. 9 ottobre: ​​l'Uganda diventa indipendente dall'Impero britannico all'interno del Commonwealth (repubblica nel 1963). 30 ottobre: ​​vittoria elettorale