1952

Article

June 25, 2022

Il 1952 è un anno bisestile che inizia di martedì.

In breve

17 gennaio: disordini in Tunisia contro le autorità francesi (1952-1954). 6 febbraio: morte di re Giorgio VI del Regno Unito; sua figlia gli succede sul trono con il nome di Elisabetta II. 18 febbraio: Grecia e Turchia aderiscono alla NATO. 20-25 febbraio: conferenza di Lisbona convocata per fermare il programma di riarmo della NATO. 9 aprile: inizio della rivoluzione delle forze di sinistra in Bolivia (1952-1964). 23 luglio: inizio della rivoluzione egiziana. 10 settembre: La Repubblica Federale Tedesca e lo Stato di Israele firmano l'accordo sulle riparazioni tedesche a favore di Israele in Lussemburgo. 20 ottobre: ​​stato di emergenza in Kenya; inizio della repressione della rivolta dei Mau Mau. 10 novembre: Dimissioni del Segretario Generale delle Nazioni Unite Trygve Lie. 12 dicembre: Congresso Mondiale dei Popoli per la Pace, a Vienna, a cura del Consiglio Mondiale della Pace.

Eventi

Africa

17 gennaio Tunisia: disordini a Biserta dopo il divieto del congresso Neo-Destour. Il generale residente Jean de Hauteclocque ha fatto arrestare Bourguiba e i leader di Neo-Destour il 18. L'UGTT ha indetto uno sciopero generale (22 gennaio). In risposta, la legione straniera setaccia Cape Bon (28 gennaio-1 febbraio). Il residente chiede a Lamine Bey le dimissioni del governo a cui partecipa il Neo-Destour. Il non obbediente, il residente ha arrestato il primo ministro Chenik e altri tre ministri il 26 marzo. Il 28 marzo Lamine Bey firmò il decreto che nominava Slaheddine Baccouche gran visir. Un'ondata di arresti sta investendo il Paese. I nazionalisti prendono i maquis (fellagas) e il loro terrorismo affronta il terrorismo delle organizzazioni segrete europee (la Mano Rossa) 26 luglio e 24 agosto Kenya: Jomo Kenyatta denuncia durante incontri pubblici a Nyeri e Kiambu la rivolta dei Mau Mau (Kenya Land and Freedom Army), setta politico-religiosa che si oppone con il terrore alla presenza dei bianchi, causata dalla disuguaglianza nella distribuzione delle terre e delle responsabilità all'inizio dell'anno. Il 17 agosto il governatore in carica presenta un rapporto al Colonial Office denunciando la gravità della situazione in Kenya 9 settembre: in una lettera indirizzata al presidente Vincent Auriol, il Bey di Tunisi respinge il piano di riforma politica proposto dalla Francia. 15 settembre: l'Eritrea musulmana, colonia italiana dal 1890, viene federata con l'Etiopia, cristiana copta, come regione autonoma a seguito di una decisione delle Nazioni Unite nel 1950. 20 ottobre: ​​in Kenya viene dichiarato lo stato di emergenza. Il leader nazionalista Jomo Kenyatta viene imprigionato (1952-1961). Violenta repressione da parte degli inglesi, provocando circa 15.000 morti (1952-1955) 5 dicembre: il segretario dell'Unione generale del lavoro tunisino, Farhat Hached, viene assassinato dalla Mano Rossa con la complicità della polizia. Il bey si rifiuta di collaborare con il generale residente e inizia uno sciopero delle foche. 7 - 8 dicembre: gravi disordini a Casablanca, in Marocco, per la notizia dell'assassinio di Farhat Hached. Il generale residente scioglie l'Istiqlal e arresta i suoi leader. 15 dicembre: in Francia viene votato il Codice del lavoro per i territori d'oltremare.

America

14 febbraio: massacro di Saint-Valentin in Guadalupa. Il CRS spara agli scioperanti a Moule, uccidendo 4 persone e ferendone 14. 1 marzo: un dirigente collegiale si insedia in Uruguay. 10 marzo: a Cuba, colpo di stato di Fulgencio Batista, che prende il potere dopo aver promesso libere elezioni per contenere i movimenti sociali e il malcontento dell'esercito costretto a sedare gli scioperi. Lui stesso sarà rovesciato da Fidel Castro durante la rivoluzione cubana nel gennaio 1959. 9 aprile: colpo di stato