1918

Article

June 27, 2022

Il 1918 è un anno comune che inizia di martedì.

In breve

8 gennaio: "Quattordici punti Wilson". 3 marzo: Trattato di Brest-Litovsk. 21 marzo-18 luglio: offensiva di primavera. 8 agosto-11 novembre: offensiva dei cento giorni. 30 ottobre: ​​armistizio di Moudros. 3 novembre: armistizio di Villa Giusti. 9 novembre: inizio della Rivoluzione tedesca e proclamazione della repubblica. 11 novembre: armistizio di Rethondes; fine della prima guerra mondiale. Di fronte alla dissoluzione dell'Austria-Ungheria, l'imperatore e il re Carlo I rinunciarono all'esercizio del potere. Proclamazioni successive della repubblica negli stati successori.

Eventi

Africa

14 gennaio: promulgazione di otto decreti che introducono una serie di riforme nell'Africa occidentale francese e nell'Africa equatoriale francese. Blaise Diagne, deputato del Senegal, viene promosso commissario della repubblica per il reclutamento di truppe in Africa Nera. Creazione della Dakar School of Medicine (apertura il 1° novembre). 22 gennaio: dimissioni del governatore generale del Sudan francese Joost van Vollenhoven, in disaccordo con Blaise Diagne, che auspica un prelievo di massa tra le popolazioni africane. Verrà ucciso lo stesso anno al fronte. Blaise Diagne riesce a mobilitare 63.000 reclute. Nel 1918, 95 battaglioni di fucilieri "senegalesi" furono impegnati in Europa, Africa e Oriente. 180.000 soldati africani furono reclutati dalla Francia per il fronte europeo tra il 1914 e il 1918. Al loro ritorno, dopo aver imparato a leggere e acquisito conoscenze tecniche e militari, aspirano a nuovi lavori, che provocano l'emergere di una nuova classe sociale tra i neri. 18 aprile: Il fuciliere Cheikou Cissé (1890-1933) è condannato dal consiglio di guerra di Dakar, che invoca la sicurezza dello Stato, alla pena della deportazione perpetua. Maggio - giugno: sciopero dei netturbini a Johannesburg ("sciopero dei secchi"). 152 lavoratori comunali neri sono condannati a due mesi di lavori forzati. 5 giugno: fondazione dell'Afrikaner Broederbond a Johannesburg. 12 giugno, Africa orientale: il generale tedesco Lettow-Vorbeck conquista l'Alto Molocue a 200 km da Nampula, Mozambico. 1 luglio: sciopero di 15.000 minatori in Sudafrica. 12 luglio: insorti a seguito di una retata di coscritti ordinata dall'amministratore Grange, gli insorti di Sahoué sequestrarono cinquecento chili di polvere nel deposito di Grand-Popo, nel Dahomey, quindi il 14 luglio sabotarono la linea telegrafica. Una discussione organizzata a Doutou dal governatore Fourn si trasforma in una battaglia campale e l'amministratore Grange viene ucciso. Il movimento si diffuse in tutto il circolo di Mono e l'ordine non fu ripristinato fino al gennaio 1919. 1 luglio-3 luglio: Lettow-Vorbeck sconfigge i portoghesi a Namacurra, in Mozambico, e si impadronisce di un grande arsenale. 2 settembre: Lettow-Vorbeck, attaccato da tre battaglioni dei fucilieri africani del re vicino a Lioma, evita di poco l'accerchiamento. Settembre: la pandemia di influenza spagnola raggiunge l'Africa occidentale e l'Africa orientale. 2 novembre: Lettow-Vorbeck attacca Fife ed entra in Rhodesia. 23 novembre: resa delle truppe tedesche di Lettow-Vorbeck ad Abercorn, nella Rhodesia settentrionale. 20 dicembre: Bamako e Kayes vengono costituiti come comuni misti. 31 dicembre: Resident Native Ordinance legislazione sullo status di squatter in Kenya. Creazione della Chiesa Luso-Africana in Mozambico (Igreja Episcopal Luso-Africana de Moçambique).

America

10 febbraio: Marco Fidel Suárez viene eletto presidente della Colombia. 28 marzo - 1 aprile: rivolta in Quebec. L'esercito ha sparato sui manifestanti: quattro sono stati uccisi, diversi sono rimasti feriti; la polizia effettua 58 arresti. Il governo di Robert Borden sospende l'Habeas Corpus il 5 aprile. 31 marzo: inizio di una rivolta