Emile Pladner

Article

May 19, 2022

Émile Pladner era un pugile francese nato il 2 settembre 1906 a Clermont-Ferrand e morto il 15 marzo 1980 ad Auch. Soprannominato Milou, l'Auvergnat è cresciuto nella fattoria e ha subito un ritardo nello sviluppo fisico a causa di una deviazione del setto nasale, a cui ha subito un intervento chirurgico da adolescente. Atleta, ha iniziato la boxe inglese dopo un incontro in un bar di Place de Jaude. Pladner si distinse nelle file dei dilettanti con i colori dell'AS Montferrandaise e la dirigenza di Marc Gilbert vincendo i primi campionati europei di boxe nella categoria pesi mosca nel 1925. Convinto da Louis de Ponthieu a diventare professionista, Pladner studia attentamente il metodo dell'ex campione d'Europa. Ha vissuto una rapida ascesa, vincendo i titoli di campione di Francia, Europa e affrontando i migliori pugili della sua categoria prima dei 23 anni. Concorrente al titolo mondiale, sconfisse il campione del mondo Izzy Schwartz in una lotta senza cintura prima di diventare il quinto campione del mondo di boxe francese eliminando Frankie Genaro in 58 secondi il 2 marzo 1929 al Vélodrome d'Hiver. . Nelle settimane successive al suo trionfo, il Clermontois perse il titolo mondiale in una controversa rivincita contro Genaro poi gli altri contro il suo connazionale Eugène Huat. Stella caduta, mantiene una grande popolarità e inizia una nuova carriera nella categoria dei pesi gallo. Campione di Francia nel 1931, fece tournée internazionali, in Nord America per avere la possibilità di vincere il titolo mondiale e poi in Asia, per promuovere la boxe inglese. La sua licenza, prima ritirata per problemi agli occhi, gli viene data di nuovo su sua insistenza. Titolato in Francia altre quattro volte, ha fallito per il titolo europeo contro Maurice Dubois. Dopo più di centotrenta combattimenti professionistici, Émile Pladner fu costretto al ritiro dallo sport nel 1936 per distacco di retina. Titolare di un bistrot, di una palestra, giovane manager, perse totalmente la vista nel giugno del 1937. Molteplici operazioni non riuscirono a riportarlo alla luce. L'Associazione Valentin Haüy al servizio dei non vedenti e ipovedenti gli ha permesso di riqualificarsi come massaggiatore nel mondo dello sport.

Biografia

Giovani

Émile Auguste Pladner è nato il 2 settembre 1906 a Clermont-Ferrand in un modesto appartamento in rue de la Tour-d'Auvergne. Il neonato pesa meno di due chilogrammi ed è così magro e piccolo che i suoi genitori sono convinti che la sua aspettativa di vita sia bassa. Orfano di padre all'età di due anni, il bambino traballante fu mandato in una fattoria della regione, a Saint-Georges-de-Mons, nelle Combrailles. Per nove anni Émile è cresciuto all'aria aperta, aiutando nei lavori nei campi. Sua madre, che cresce da sola i suoi tre figli, apre una profumeria. Preoccupata per lo sviluppo del figlio, che a tredici anni pesa solo 26 kg, lo ha fatto visitare da un medico che le ha diagnosticato una deviazione del setto nasale all'origine del suo ritardo di crescita, che lo ha costretto a respirare attraverso la bocca. Operato da un chirurgo, il ragazzo ne esce adulto e prende fiducia. Sua madre voleva che Émile diventasse uno scultore e lo mise in una scuola a Clermont-Ferrand dove rimase per trenta mesi. Mentre cercava se stesso, a volte per imparare a scrivere stenografato, a volte per riparare macchine da cucire, Pladner iniziò lo sport con la ginnastica all'Independent di Clermont e spesso litigava con studenti più grandi che sfruttavano le sue piccole dimensioni. ,. Dopo essersi cimentato nel rugby come mediano di mischia, è passato all'AS Montferrandaise dove si è dedicato principalmente al nuoto e al ciclismo. A diciassette anni, durante una partita a biliardo, combatte con un giovane di nome Védrines in un c