Virginia Sala

Article

July 1, 2022

Virginia Hall (6 aprile 1906 a Baltimora, Maryland, USA) - 8 luglio 1982 a Rockville, Maryland, USA) è stata una spia americana che ha servito due volte in Francia durante la seconda guerra mondiale. La prima volta è stato inviato alla SOE britannica, la seconda volta all'OSS statunitense. Raccolse una vasta rete intorno a sé e addestrò, tra le altre cose, combattenti della resistenza nella guerriglia. La Gestapo conosceva Hall come una "donna zoppa" perché aveva una protesi alla gamba sinistra, amputata. Dopo la guerra, Hall evitò la pubblicità e non parlò nemmeno alla sua famiglia dei suoi successi. È stato silenziosamente insignito della Medaglia al merito della Distinguished Service Cross, tra le altre cose. Gioventù e carriera nel Dipartimento di Stato degli Stati Uniti Virginia Hall è nata nel 1906 a Baltimora da una famiglia benestante. I suoi genitori erano Barbara ed Edwin Hall e prese il nome da sua madre con un altro nome. Tra le altre cose, Virginia ha frequentato una scuola femminile di preparazione al college e ha frequentato il Radcliffe College e il Barnard College. Ha studiato lingue tra cui francese, tedesco e italiano.Con il supporto dei suoi genitori, Hall ha potuto completare i suoi studi in Europa, dove ha studiato in Austria, Francia e Germania. Cercò una posizione nel servizio diplomatico degli Stati Uniti e iniziò nel 1931 come ufficiale consolare presso l'Ambasciata degli Stati Uniti a Varsavia. Da lì, Hall è stata trasferita a Smirne, in Turchia. In Turchia è stato coinvolto in un incidente in cui ha perso l'altra gamba. Hall era a caccia di uccelli quando si è sparato accidentalmente a una gamba. A causa della morte, la sua gamba sinistra è stata amputata dal ginocchio in giù. Hall ricevette una protesi di legno, che chiamò Cuthbert. L'amputazione rendeva le opportunità ancora più difficili. Secondo Sonia Purnell, che ha scritto della sala, all'epoca c'erano solo sei donne nel corpo diplomatico degli Stati Uniti. C'erano un totale di circa 1.500 diplomatici. Hall si dimise dal Dipartimento di Stato nel 1939 e tornò negli Stati Uniti, dove studiò all'American University.

Come spia nella seconda guerra mondiale

Hall tornò a Parigi nel 1940 per fare volontariato per un'ambulanza. Dovette fuggire in Inghilterra dopo che la Germania aveva conquistato la Francia. A Londra, Hall ha incontrato Vera Atkins, che ha servito come reclutatrice per lo Special Operations Executive (SOE). Atkins era convinto della conoscenza di Hall della campagna francese, della fluidità e dell'entusiasmo in diverse lingue.Nel 1941, Hall divenne la prima spia donna per SOE in Francia. È apparso come giornalista per il New York Post e ha rapidamente raccolto intorno a sé una rete di membri fidati del movimento di resistenza. Hall lavorò a Vichy, in Francia, soprattutto intorno a Tolosa e Lione, e lavorò in alcune posizioni con Peter Churchill.I tedeschi erano anche interessati a Hall, che era soprannominata la "donna zoppa". Fu seguito da Klaus Barbie, noto come il "macellaio di Lione", che ordinò la stampa di manifesti da Hall affermando che Hall era "la spia più pericolosa del nemico". Quando la Germania occupò la Francia di Vichy nel 1942, Hall dovette fuggire. Raggiunse il sud in treno e viaggiò attraverso i Pirenei fino alla Spagna. Arrestato in Spagna, rilasciato grazie all'ambasciata americana, Hall tornò in Inghilterra ma voleva tornare presto in Francia. Tuttavia, gli inglesi lo consideravano troppo pericoloso. L'US OSS aveva poche spie in Francia, quindi aveva bisogno dei servizi di Hall. Fu rimandato in Francia nel 1944, pochi mesi prima dello sbarco in Normandia. Era stato travestito da contadino di 60 anni. Il secondo incarico della sala in Francia ha avuto ancora più successo del primo e la sua rete comprendeva, nella migliore delle ipotesi, fino a 1.500 persone. Tra loro c'era anche il suo futuro m