Seme

Article

August 13, 2022

Un seme è l'organo riproduttivo di una pianta da seme a riproduzione asessuata. Il seme è costituito dall'embrione vero e proprio, dalla scorta di cibo e dal guscio che li protegge. Nell'embrione sono pronti i motivi delle radici, dei germogli e delle prime foglie della nuova pianta. Il negozio di cibo è proteine ​​e grassi o amido. Il guscio protegge il seme quando si reca in un nuovo luogo di crescita e attende un periodo di germinazione adeguato, ad esempio la primavera successiva o l'inizio della stagione delle piogge. La dimensione dei semi varia notevolmente. Il frutto a un seme della palma delle Seychelles (Lodoicea maldivica) pesa fino a 20 kg, mentre un grammo di semi di orchidea può contenere circa un milione.Un seme viene prodotto quando il gamete fecondato di una pianta gimnosperma o angiosperma matura insieme alla sua pianta madre. L'emergere di un seme è preceduto dalla fioritura e dall'impollinazione. I semi possono svilupparsi all'interno del frutto e colloquialmente, alcuni frutti secchi sono talvolta chiamati erroneamente semi. Poiché la maggior parte delle piante non si sposta dal loro posto, il trasporto dei semi è il modo migliore per diffondersi in nuovi habitat. I semi hanno sviluppato una varietà di strutture per velocizzare la dispersione: alcuni hanno peli e protuberanze per aiutarli a diffondersi con il vento (dente di leone, acero), altri cadono nella neve e galleggiano sulla superficie delle acque di scioglimento (abete rosso), e alcuni attirano gli animali per raccoglierli e nasconderli (noci). Gli esseri umani usano i semi di molte specie vegetali a proprio vantaggio. Alcuni dei semi vengono utilizzati direttamente come cibo, altri producono oli e molti, soprattutto semi di piante utili e ornamentali, vengono raccolti per far crescere nuove piante. L'olio di lino viene utilizzato anche nelle vernici e la fibra che cresce nella buccia del seme di cotone viene utilizzata per produrre tessuti.

Uso nutrizionale e restrizioni d'uso

I semi delle piante di cereali, detti grano o grano, contengono l'amido più ricco di carboidrati inteso come alimento di riserva per il futuro scoiattolo. Il germe grasso riempie solo una piccola percentuale del grano. Anche i cereali contengono fibre. I semi di legumi come i fagioli sono ricchi di proteine. I semi delle piante oleaginose contengono molto grasso. Tuttavia, l'uso nutrizionale dei semi oleosi dovrebbe essere limitato perché contengono naturalmente metalli pesanti dal suolo, come nichel, alluminio e cadmio. Secondo l'Agenzia alimentare finlandese, gli adulti non dovrebbero quindi utilizzare più di 2 cucchiai (circa 15 g) di semi di piante oleaginose al giorno e non è consigliabile mangiare i semi della stessa pianta più volte alla settimana. La dose per i bambini in età scolare non può essere più della metà della dose per gli adulti e può essere aumentata in seguito gradualmente man mano che il bambino cresce. I semi di piante oleaginose non sono affatto raccomandati per i neonati, le donne in gravidanza e coloro che allattano al seno. L'alluminio si accumula più abbondantemente nei semi di sesamo, pino e chia e il nichel nei semi di girasole, canapa e pino. Il cadmio si trova principalmente nei semi di girasole, lino e papavero, l'arsenico principalmente nei semi di papavero.

Vedi anche

spora

Fonti

In tema altrove

Immagini o altri file sull'argomento Siemens in Wikimedia Commons