Risto Ryti

Article

December 9, 2022

Risto Heikki Ryti (Huittinen, 3 febbraio 1889 – Helsinki, 25 ottobre 1956) è stato un politico finlandese del Partito Nazionale Progressista, Primo Ministro della Guerra d'Inverno e Quinto Presidente della Repubblica di Finlandia. Fu anche membro del parlamento, governatore della Banca di Finlandia nel 1924–1943 (in congedo dal 1939) e 1944–1945 e due volte ministro delle finanze. Ryti era un avvocato di formazione e ha anche lavorato come avvocato. Ryti è l'unico presidente della Finlandia che non è stato il comandante in capo delle forze di difesa per un giorno. Il suo predecessore, Kyösti Kallio, consegnò il comando al comandante delle forze di difesa, il maresciallo Gustaf Mannerheim, all'inizio della Guerra d'Inverno nel 1939, e fu restituito all'istituto donatore dopo che Mannerheim successe a Ryt nel 1944. La presidenza di Rytti fu segnata dalla seconda guerra mondiale e dalla guerra che ne seguì. Per poter scrivere un trattato di pace con l'Unione Sovietica, Ryti prese da solo la causa dell'alleanza con la Germania e si dimise da presidente a favore di Mannerheim. Dopo la guerra, Ryti fu condannato a dieci anni in un processo per crimini di guerra, ma fu graziato dal presidente Paasikivi nel 1949. Nel programma Great Finns di Yle (2004), i finlandesi potevano votare per il più grande finlandese. Risto Ryti era secondo nella votazione dopo Mannerheim. Il presidio non aveva scelto Ryti come candidato, ma divenne popolare come "cavallo nero". Infanzia e adolescenza La casa d'infanzia di Risto Rytti era una tenuta di 410 ettari a Satakunta sulle rive del fiume Loimijoki a Loimankylä, Huittinen. C'erano 50 bovini nella stalla. Il padre di Risto, Karl Evert Mauriala, si era trasferito lì quando si era sposato. Il nome della fattoria era Ryti. All'epoca era abbastanza comune che il nome della fattoria venisse preso come cognome. Così ha fatto il padre di Risto. Evert Ryti ha co-fondato un'associazione di allevamento di cavalli e ispezione del bestiame, una fabbrica di torba e calce e un caseificio nella zona. Si è fatto vedere un telaio e ha fatto negozi di tronchi. La madre di Risto, Ida Vivika Ryt, Junttila, aveva sette figli e tre figlie in carica. Ida Ryti apparteneva alla ricca famiglia di contadini di Junttila. Sua sorella era la padrona di casa di Nikkilä Manor e suo fratello Huittinen fu incoronato. Le strutture della giunta erano strettamente legate a Äimälö e Aejmelaeus in Experiences. La madre di Ida convinse la sua vicina, M. A. Knaapinen, la preside del liceo popolare, a dare lezioni private a Risto. Anche prima dell'incidente a scuola, Knaapinen aveva insegnato a Risto per due anni. Sebbene Knaapinen fosse dell'opinione che al ragazzo avrebbe dovuto essere permesso di andare a scuola con gli altri bambini, alla madre di Risto non importava. Knaapinen aveva fretta, quindi gli intervalli tra le lezioni private a volte erano lunghi e Risto aveva i compiti troppo lunghi, cosa che il ragazzo faceva egregiamente. Tanto bene che all'età di dieci anni fu ammesso direttamente alla seconda elementare del Pori Lyceum.A 17 anni Risto Ryti scrisse da studente nel 1906 e iniziò i suoi studi presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Helsinki. Si laureò in giurisprudenza in tre anni nel 1909.

Carriera come avvocato

Poiché Ryti era troppo giovane per sedere nel distretto quando si è laureato, ha aperto uno studio legale a Rauma con il suo avvocato senior. A questo punto, il suo cliente divenne Alfred Kordelin, un consulente agricolo. Ryti è stato eletto nei consigli di amministrazione di diversi negozi e gruppi di proprietà di Kordelin. È anche grazie a Risto Rytti che nel suo testamento Kordel ha ordinato alla sua proprietà di promuovere la cultura finlandese.