Nikita Krusciov

Article

May 19, 2022

Nikita Sergeyevich Khrushchev (in russo: Ники́та Серге́евич Хрущёв, ascolta la pronuncia ?; traslitterazione obsoleta di Krusciov) (15 aprile (J: 3 aprile) 1894 Politico sovietico, generale e segretario generale del Partito Comunista, leader de facto dell'Unione Sovietica 1953-1964. Ha raggiunto la leadership sovietica nella lotta per il potere all'interno del partito dopo la morte di Joseph Stalin. Fu anche presidente del Consiglio dei ministri dal 1958 al 1964. Krusciov era di origine russa, ma aveva una calda relazione con la Repubblica socialista sovietica d'Ucraina.

Biografia

Giovane lavoratore

Nikita Khrushchev è nato il 15 aprile 1894 nel villaggio di Kalinovka, nel Governatorato di Kursk (ora Regione di Kursk). Suo padre si chiamava Sergei e sua madre Ksenia. All'inizio il padre guadagnava abbastanza bene, ma gradualmente la famiglia sprofondava nella povertà. La famiglia non possedeva una fattoria né un cavallo. L'uomo che non possedeva un cavallo era in prima linea nella gerarchia sociale del villaggio e quando la prosperità della famiglia divenne nulla, avvelenò i membri della famiglia. Ksenia disprezzava suo marito e nemmeno la giovane Nikita la rispettava. La madre aveva grandi aspettative per suo figlio e anche Lidia Shevchenko, un'insegnante della scuola del villaggio, si aspettava che il figlio avesse successo nella sua vita. Per la prima volta, Krusciov, un insegnante in una scuola del villaggio, vide materiale sovversivo proibito. Il ragazzo pro-scolastico si oppose al padre, che lo portò fuori dalla scuola prima per il lavoro sul campo e poi per il calzolaio. Il ragazzo si rifiutò di insegnare a fare le scarpe e il padre cercò un posto per il figlio come apprendista presso un magazziniere. Anche Krusciov rifiutò e disse che avrebbe preferito scappare di casa piuttosto che essere nell'ufficio di un magazziniere.Nel 1908, Sergei portò suo figlio Nikita Juzovka a lavorare. Il resto della famiglia lo seguì più tardi. Juzovka è stata fondata nel 1869. La città prende il nome da John Hughes del Galles, che aveva fondato un'azienda per realizzare rotaie e strutture in ferro dal ferro estratto nell'area. La città fu ribattezzata Stalin nel 1924 e Donetsk nel 1961. Molti lavoratori furono costretti a vivere in condizioni di estrema povertà a Yuzovka. La caserma ospitava 50-60 persone che non avevano acqua corrente e non avevano nemmeno un letto proprio. Le case dei lavoratori avevano nomi dispregiativi come “Kurjala” e “Tappola”. La mortalità dovuta a malattie e incidenti era alta e l'alcolismo e la criminalità erano comuni. I salari erano bassi Questa è solo una verità parziale nella storia comunista. Nel 1913, anche il minatore iniziò ad avere l'opportunità di avanzamento sociale. Il numero di minatori alfabetizzati era aumentato e alcuni di loro possedevano già le loro case. I figli degli operai andavano a scuola, il paese cominciava a fare le pulizie, d'estate c'erano concerti all'aperto, scuole professionali, una scuola ebraica e sale di lettura. La città offrì a Krusciov un'opportunità di avanzamento sociale e anche lui colse l'opportunità.Intorno al 1912 Krusciov si interessò alla politica. Leggeva i giornali socialdemocratici che citava ai suoi colleghi analfabeti. Era considerato dai colleghi un buon narratore e ha anche raccolto la reputazione di eroe femminile. La polizia si interessò a lui intorno al 1912, quando raccolse borse di studio per i parenti dei minatori d'oro assassinati. Più politico di Krusciov era interessato alla prosperità economica. Comprò un orologio, una macchina fotografica e una bicicletta nuova, cosa rara tra gli operai. Voleva una buona casa, figli e una moglie da una famiglia prospera e civile. Quest'ultimo si è avverato. Nel 1914 era un metalmeccanico di successo e ben pagato e aveva sposato Jefrosinja Pisarev,