Napoleone III

Article

June 30, 2022

Napoleone III, o Carlo Luigi Napoleone Bonaparte (20 aprile 1808 - 9 gennaio 1873), fu presidente della Francia dal 1848 al 1852 e imperatore dal 1852 al 1870. Louis Napoléon era nipote ed erede di Napoleone Bonaparte, eletto presidente con un referendum poco dopo la fondazione della Seconda Repubblica nel 1848. Nel 1851 compì un colpo di stato e si dichiarò presidente a vita. L'anno successivo si incoronò anche imperatore dopo essere stato autorizzato a farlo tramite referendum, ristabilendo così la dinastia Bonaparte iniziata dallo zio. In qualità di sovrano, Napoleone III inviò truppe francesi in diversi conflitti stranieri, tra cui la guerra di Crimea, le guerre di unificazione italiana e l'intervento francese in Messico. Fu rovesciato e il Secondo Impero da lui fondato fu abolito quando fu fatto prigioniero dai tedeschi durante la sconfitta della guerra franco-tedesca nel settembre 1870. Morì in esilio in Gran Bretagna. L'industrializzazione della Francia fece un balzo in avanti grazie alla politica industriale del governo di Napoleone III. Ha dato vita a una nuova classe di ricchi nel paese ea una classe di lavoratori dell'industria che vivono in povertà. Napoleone III, da un lato, voleva sostenere l'arricchimento dei suoi cittadini, ma anche sradicare la povertà dei lavoratori dell'industria. Ha anche attirato l'attenzione sulla pianificazione urbana e ha lanciato la riforma di Parigi. I contemporanei si interrogavano sulla dicotomia della politica di Napoleone III. Per i conservatori era troppo liberale ei liberali alla fine non potevano accettare il suo governo autoritario. Ancora oggi c'è disaccordo sul fatto che il suo regno sia stato buono o cattivo per il suo paese e per l'Europa: Luigi Napoleone è stato il più giovane presidente della Repubblica francese prima di Emmanuel Macron. Infanzia e adolescenza Prima del suo regno, Napoleone III era chiamato Luigi Napoleone. Suo padre, Luigi Bonaparte, era il fratello minore di Napoleone Bonaparte e sua madre, Hortense de Beauharnais, figlia della prima moglie di Napoleone, Joséphine de Beauharnais, da un precedente matrimonio. Alla sua nascita Luigi Napoleone ricevette il titolo di principe dei Paesi Bassi, poiché Napoleone aveva nominato suo padre re dei Paesi Bassi. Luigi Napoleone fu costretto a fuggire dalla Francia da bambino nel luglio 1815, dopo la sconfitta di Napoleone. Gli anni dell'infanzia furono segnati non solo dall'esilio ma anche dalle aspre controversie tra i genitori. Padre Luigi Bonaparte accusava costantemente la moglie di infedeltà. Si affermava infatti che il padre del futuro imperatore fosse, tra l'altro, un ammiraglio olandese, ma la questione non poté mai essere del tutto chiarita. La madre raccontò a suo figlio storie sulla grandezza dell'Impero francese e sulla felicità della vita in quel momento. I resoconti rassicurarono il ragazzo che in giovane età decise di diventare sovrano della Francia.In gioventù, Luigi Napoleone visse in Svizzera, Germania e Italia e trascorse la vita da uomo facoltoso. Aveva imparato il tedesco meglio del francese e parlava molto bene l'inglese. Luigi Napoleone si occupava di tiro a segno, scherma ed equitazione. È stato descritto come un lavoratore laborioso e piacevole, ma molti dubitano che il giovane avesse qualche idea da prendere sul serio. A chiunque continuasse ad ascoltare, mi parlò del suo futuro come sovrano della Francia. Nessuno prese sul serio questi discorsi, poiché il trono di Francia era saldamente in possesso di Luigi Filippo e il regime napoleonico fu distrutto al Congresso di Vienna. Sua madre acquisì insegnanti familiari per suo figlio, ma l'istruzione rimase frammentata, poiché la madre non poteva davvero decidere quale tipo di istruzione sarebbe stata buona per il figlio alla fine. Inoltre, la prima scelta della madre come insegnante del figlio era fallita. L'uomo scelto come insegnante aveva imparato e civilizzato, ma non poteva insegnare