Carne

Article

May 21, 2022

La carne è un tessuto muscolare commestibile che molto spesso contiene anche tessuto adiposo. Quasi tutta la carne venduta è costituita da muscoli muscolari, cioè muscoli scheletrici, ma ci sono anche muscoli dell'esofago e degli organi interni, tra le altre cose. Oltre alla carne, i bovini da carne producono anche visceri, lardo, sangue, pelle e ossa. La carne di pesce e crostacei è comunemente chiamata in finlandese pesce e crostacei. La carne di vari animali costituiva la base della dieta dell'umanità prima dell'invenzione dell'allevamento e dell'agricoltura. La maggior parte delle culture è stata costretta a iniziare una dieta in gran parte composta da colture e cibo prodotto dal bestiame al più tardi in un momento in cui la selvaggina è diminuita a causa dell'aumento della domanda di cibo a causa della crescita della popolazione. La carne consumata viene scomposta dall'acido dello stomaco e dagli enzimi prodotti dal tratto digestivo in aminoacidi e acidi grassi. A volte viene anche chiamato polpa di frutta, ma in questo caso significa malto di frutta. Quando si parla di mallo, la parola carne non viene solitamente usata da sola senza riferimento alla frutta.

Storia

Reperti archeologici dimostrano che la carne ha sempre fatto parte della dieta dei membri della famiglia Homo fin dai primi giorni della storia. In origine, gli antenati umani probabilmente ricavavano la carne che utilizzavano da animali morti accidentalmente o in età avanzata. Successivamente, i membri della razza umana impararono a cacciare intenzionalmente gli animali per cibo e lavoro. Con lo sviluppo delle abilità sociali, anche le pratiche di caccia sono diventate più complesse. Le prime scoperte suggeriscono che gli antenati dell'uomo moderno sapevano già come sfruttare le forme del terreno, come gole e scogliere, nel gioco di guida. Rappresentanti di questa cultura della caccia e della raccolta erano già il Neanderthal (Homo neanderthalensis) e l'Homo erectus, che avevano già una cultura venatoria abbastanza sviluppata, come dimostrano diversi reperti archeologici. Tuttavia, le attuali specie di bovini da carne, bovini Bos (Bos Taurus), maiali (Sus domesticus) e pecore (Ovis aries), non esistevano ancora, ma i loro predatori erano, tra molte altre specie, il toro primordiale (Bos primigenius) , la pecora selvatica (Ovis Ammon) e il cinghiale (Sus scrofa). Ci sono prove archeologiche della caccia fin dal 500.000 aC. Tuttavia, solo l'uomo moderno (Homo sapiens) ha inventato per catturare gli animali selvatici e domarli per i propri bisogni. Come tappa intermedia si può considerare la pastorizia (almeno 7.000 aC), in cui le persone pascolavano e seguivano animali domestici o semidomestici in nuove aree in base alle loro attuali esigenze nutrizionali. Infatti, l'addomesticamento degli animali, e in particolare l'allevamento consapevole degli animali per ottenere le caratteristiche desiderate, iniziò solo dopo lo sviluppo dell'agricoltura permanente, intorno al 5000 aC. L'allevamento ha cercato ed è destinato a migliorare le caratteristiche desiderate della specie animale. I maiali sono l'unico animale esclusivamente domestico allevato per la produzione di carne. Nei bovini e negli ovini, invece, si possono distinguere almeno due linee di allevamento. I bovini sono stati trasformati in bovini da latte e da carne e le pecore sia per la produzione di lana che di carne. Come risultato di questo lavoro di allevamento, le attuali razze di animali domestici hanno gradualmente preso forma. Il consumo di carne è aumentato in quasi tutto il mondo. Nel 1973, i paesi in via di sviluppo consumavano in media solo 30 grammi di carne con osso per persona al giorno, rispetto ai 184 grammi dei paesi industrializzati. L'importo era sceso a 68 grammi per i paesi in via di sviluppo alla fine degli anni '90. Negli anni '60, gli europei mangiavano in media 153 grammi di carne al giorno, ma in Finlandia ne venivano consumati solo circa 80 grammi.

Polli da carne

Broiler el