La canzone

Article

August 13, 2022

Una canzone è musica fatta con una voce umana. Si distingue dal parlato per il fatto che il suono rimane ad altezze intenzionalmente selezionate. Un musicista che canta, cioè usa la propria voce come strumento per fare ed eseguire musica, è chiamato cantante. Il canto è sempre stato strettamente associato alla produzione di parole e spesso è anche limitato alle qualità linguistiche. Il canto può avvenire, ad esempio, come canto solista e come canto corale monofonico o polifonico. Cantare può anche significare un'opera d'arte eseguita cantando.

Cantante

I cantanti possono essere suddivisi in diverse sottoclassi in base al campo sonoro e al colore del suono, come soprani, viole, tenori, baritoni e bassi. Il cantante può esibirsi da solo o come parte di una banda o di un coro. Il cantante è anche chiamato il solista della band o, come cita l'inglese, il cantante. Il record può riferirsi al cantante come all'esecutore. Solo pochi cantanti in Finlandia si sostengono esibendosi interamente, ma ci sono molti che si sostengono cantando part-time o in aggiunta ad altri lavori.

Storia della musica cantata

La canzone esiste probabilmente da quando la musica, fin dalla preistoria. È conosciuto in tutte le culture e la sua nascita è apparentemente un evento inevitabile quanto lo sviluppo del linguaggio colloquiale. Nella musica occidentale, il canto è stata la parte più significativa delle esibizioni musicali dal Medioevo al Rinascimento, dopo di che lo sviluppo degli strumenti musicali ha portato all'ascesa della strumentalità come modo almeno altrettanto significativo di produrre melodie. Nel Medioevo, la musica vocale era inizialmente monofonica (monofonica) e spesso strettamente associata ai servizi religiosi, con la cultura dominante della chiesa. Già nel 400 e 600 si affermò il canto gregoriano, la cui melodia rimase pressoché immutata per diversi secoli. Poiché i compositori di musica sacra avevano poche opportunità di usare la loro creatività nelle melodie, hanno aggiunto nuovi tipi di parole e parti di testo, come tropi e sequenze. Nel XIII secolo iniziò a svilupparsi anche un canto polifonico, in cui uno o più suoni di una melodia creata sulla base di toni gregoriani spostavano il contrappunto alla melodia. Nella musica profana, canzoni semplici, spesso corali, venivano eseguite in Francia da trovatori e trovatori e in Germania da cantanti e successivamente maestri cantanti. Durante il Rinascimento, il campo sonoro della musica vocale si espanse notevolmente e, allo stesso tempo, le melodie a loro volta divennero più semplici e complesse man mano che gli stili cambiavano. I compositori più noti della musica da canto dell'epoca furono Giovanni Pierluigi da Palestrina e Josquin des Prez. Tra il 1550 e il 1610 a Venezia emerse uno stile musicale policorale, che era la musica più avanzata del suo tempo e si diffuse gradualmente in altre parti d'Europa, segnando il passaggio alla musica barocca. Nel XVII secolo, la musica strumentale pura o accompagnata da un canto iniziò a essere lo stile predominante nella musica profana, ad eccezione delle opere, che si erano sviluppate in eventi di intrattenimento popolare durante il Rinascimento e furono ulteriormente sviluppate da Händel e Alessandro Scarlatti, tra gli altri . Nella musica sacra, opere vocali come Oratori, Messe, Mottetti e Cantate continuarono a guadagnare popolarità, specialmente con Bach e Handel. I grandi compositori del classicismo, Haydn, Mozart e Beethoven, hanno composto anche opere vocali, le più famose delle quali sono La creazione e le stagioni degli Oratori di Haydn, le Opere e il Requiem di Mozart e la parte finale della Nona Sinfonia di Beethoven. Nella musica d'arte, le opere costituite da semplici parti vocali erano già molto rare. Durante il periodo romantico, l'importanza della musica vocale crebbe nella produzione di molti compositori, in particolare nei flauti di Franz Schubert, di cui ne compose diverse centinaia. La popolarità delle opere continuò anche con Wagner e Verdi, ad esempio. Al contrario, gran parte del canto musicale era stato abbandonato k