Tappeto orientale

Article

May 19, 2022

Il tappeto orientale è un tappeto tessuto a mano realizzato nella regione dalla Turchia alla Cina. I tappeti orientali più conosciuti e di altissima qualità sono i tappeti persiani realizzati in Iran. I tappeti orientali sono generalmente realizzati in lana, seta e cotone. Possono essere necessari diversi anni per realizzare un tappeto a mano. I tappeti orientali prendono solitamente il nome dalla città intorno alla quale sono stati realizzati o dalle tribù che li hanno realizzati.

Storia

Poiché la lana usata nei tappeti si deteriora rapidamente in campagna, soprattutto i vecchi tappeti orientali sono sopravvissuti solo in circostanze eccezionali. Il più antico tappeto orientale sopravvissuto è il Pazyrykmat, che è stato trovato in una tomba del sud persiano di 2.500 anni all'interno di un blocco di ghiaccio. Questo tappeto in lana persiana di alta qualità misura 200 × 183 cm. Dall'850 a.C. rilievi di obelischi sono noti in Assiria da tappeti dati al re come tasse, suggerendo un apprezzamento per i tappeti. Con la diffusione dell'Islam nel VI secolo, condividi. i tappeti assunsero un nuovo significato in Persia quando iniziarono ad essere usati come vassoi di preghiera personali. Sebbene il Corano non richieda direttamente l'uso di un tappeto in preghiera cinque volte al giorno, un tappeto di lana spesso e facile da trasportare è una buona base. Grandi e magnifici splendidi tappeti sono stati utilizzati anche sui pavimenti delle grandi moschee. L'età d'oro dei tappeti persiani risale al XVI secolo, quando Shah Abbas il Grande iniziò a produrre i tappeti più gloriosi per i palazzi e le moschee della sua capitale, Esfahan. Il famoso tappeto Ardebil, realizzato dal padre di Abbas Tahmasp I, considerato il più glorioso del mondo, è conservato al Victoria and Albert Museum di Londra. A questo periodo risale anche il tappeto da caccia appartenente alla famiglia reale svedese. Nell'Europa medievale non si conoscevano ancora i tappeti orientali; a Venezia e Genova furono importati solo tappeti che non erano di qualità paragonabile ai persiani. Anche i migliori tappeti persiani furono portati in Europa da Abbas il Grande solo per reali e principi. Fu solo alla fine del 19° secolo che la domanda di tappeti orientali iniziò a crescere fortemente in Europa e in America. Con la domanda, i mercanti occidentali fondarono in Persia tessiture che producevano tipi tradizionali di tappeti nella loro regione. Allo stesso tempo, le proporzioni dei tappeti più grandi sono cambiate da quelle tradizionali allungate a quelle più squadrate per adattarsi al gusto occidentale. Dopo la seconda guerra mondiale, la domanda di tappeti persiani era al culmine, quando anche la gente comune poteva permetterseli. Tuttavia, con l'aumento del costo della vita in Iran, la produzione di tappeti è diminuita negli ultimi decenni e i loro prezzi sono aumentati, mentre la produzione dei tappeti più gloriosi è diminuita.

Materiale

I tappeti orientali sono solitamente realizzati in lana o seta e cotone; anche il lino o la iuta sono usati raramente. La lanugine è solitamente lana di pecora, a volte pelo di cammello o di capra o seta. Puoi ottenere filati per tappeti particolarmente buoni da una pecora asiatica dalla coda grassa. La migliore villa persiana viene dal Kurdistan e dal Khorasan. Fabbricazione

Lavoro a maglia

Inizialmente, la lana viene filata in filo, lavata, asciugata e tinta. I tappeti orientali sono tessuti con tappeti vecchio stile, che sono orizzontali per i nomadi che realizzano piccoli tappeti e verticali per le tribù permanenti. I tappeti piccoli sono tessuti da una persona e quelli grandi alla volta come gruppo di lavoro, spesso guidato da un maestro che ha familiarità con il motivo utilizzato sul tappeto. Al giorno d'oggi, tuttavia, i knitters di tappeti tendono a lavorare in modo indipendente davanti al disegno del modello. In Persia e in Turchia, i tappeti sono tessuti da donne, uomini e bambini allo stesso modo. In Cina i bambini non tessono, ma lavorano