Israele

Article

May 21, 2022

Lo stato di Israele (Hepr. מדינת ישראל, Medinat Yīsrāʾēl ascolta pronuncia ?, arabo. دولة إسرائيل, Daulat Isrā'īl) o Israele (Hepr. יִשְׂרָאֵל, Yīsrāʾēl, arabo. إِسْرَائِيل, Isrāʾīl) è uno stato e il fiume Giordano nel Medio Oriente. Israele è stata fondata nei Territori Palestinesi nel 1948. È una democrazia parlamentare in forma di Stato, ma d'altra parte uno Stato ebraico, sancito dalla sua costituzione. Tuttavia, Israele è multinazionale e religiosamente diversificato, e non tutti riconoscono il principio di uno stato-nazione ebraico. In effetti, la situazione attuale ha portato a continui disordini interni e scontri con i palestinesi e altri stati del Medio Oriente per tutta l'esistenza dello Stato di Israele. Israele ha una popolazione stimata di circa 9,2 milioni entro il 2020. La lingua ufficiale è l'ebraico. Lo status dell'Arabia come lingua ufficiale è stato abolito nel luglio 2018. Il 78 percento della popolazione sono ebrei, il 17 percento sono arabi e il resto sono drusi e altre minoranze. Gli arabi israeliani sono per lo più sunniti o cristiani per religione. I vicini di Israele sono gli stati arabi di Egitto, Giordania, Siria e Libano. Israele copre un'area di 22.072 chilometri quadrati, in tutto Le aree sotto il controllo diretto di Israele, vale a dire le alture del Golan e la Cisgiordania occupata o la Striscia di Gaza, da esso occupate. Includendo la Cisgiordania e la Striscia di Gaza controllate da Israele, Israele copre un'area di 27.799 chilometri quadrati. Israele è una democrazia. È un paese industriale sviluppato e ha il più alto tenore di vita del Medio Oriente. Inoltre, è membro dell'OCSE. Israele è al primo posto nel confronto dei paesi in termini, tra le altre cose, di sicurezza delle donne, numero di innovazioni, aspettativa di vita, felicità e numero di cittadini con un'istruzione superiore. Israele non ha firmato la Convenzione sulle armi biologiche, che vieta lo sviluppo, la produzione e lo stoccaggio di armi biologiche.

Nome

Per tremila anni, il nome "Israele" ha significato, in termini convenzionali e liturgici, sia Israele come paese che l'intero popolo ebraico, sia che vivesse in Israele sia nella diaspora. Il nome deriva dalla Bibbia, Genesi 32:28, dove Giacobbe ottiene un nuovo nome per Israele (forse śara + el, o lotta con Dio) dopo aver lottato con un angelo. Ci sono diverse percezioni del nome. Secondo alcuni, il nome deriverebbe dal verbo śarar ('regnare, essere forti, dettare'), nel qual caso il nome significherebbe 'Dio governa' o 'Dio giudica'. Altri possibili significati sono "Principe di Dio" o "Ēl combatte". Indipendentemente dal suo significato esatto, i dodici figli di Giacobbe discendevano dalle "12 tribù d'Israele." Fonte? e il nome era Medinat Jezreel, che è Israele: e il nome del popolo era Israele.

Storia

La diaspora degli ebrei, o dispersione, iniziò nel 134 d.C., dopo che i romani sconfissero la ribellione ebraica in Giudea, Galilea e Samaria. Cento anni prima, Pompei aveva rovesciato lo stato asmoneo, ma alla terra non fu mai permesso di calmarsi. Ora i romani cacciarono la popolazione ebraica in esilio e chiamarono l'area palestinese secondo i filistei menzionati nell'Antico Testamento.Durante la diaspora, gli ebrei vivevano in Galilea. La terra promessa è rimasta anche l'obiettivo della nostalgica migrazione di ritorno. Tra l'altro, vi fuggì nel XII secolo il famoso rabbino Moses Maimonide