Krusciov

Article

May 16, 2022

Krusciov (russo: хрущёвка) è un condominio di 3-5 piani senza ascensore costruito con mattoni o elementi di cemento nell'Unione Sovietica in modo rapido ed economico negli anni '50 e '60, dal nome di Nikita Khrushchev, l'allora capo del paese. Lo spazio abitativo nelle case è stato definito in 10 mq a persona. Lo scopo dei progetti di costruzione di Krusciov era quello di fornire alloggi alle persone che si trasferirono dalle aree rurali a quelle urbane durante l'epoca.La costruzione di Krusciov si diffuse in tutti i paesi dell'Europa orientale. Storia di Krusciov La costruzione di Krusciov era basata sulla tecnologia elementare. Già ai tempi di Stalin nel 1948, le prime case prefabbricate furono costruite a Mosca nell'area dell'attuale distretto di Sokolin Hill e a Horosevsky Shos con progetti individuali secondo i piani del Gosstroiproject e del Mosgorproject dell'Accademia sovietica di Architettura. I piani sono stati elaborati da Vitali P. Lagutenko (Serie-7). Krusciov rappresentò la costruzione di nuove costruzioni efficienti in sostituzione di materiali da costruzione più esigenti e case dell'era staliniana in nuove abitazioni. Tuttavia, la loro durata era più debole di prima, cosa che è stata notata ad es. Nel terremoto armeno del dicembre 1988. La casa prefabbricata, sigillata nelle sue giunture, generalmente non è forte come le soluzioni da incasso più tradizionali, più vecchie e più costose.

Diversi tipi di Krusciov

Krusciov è un condominio costruito secondo la stessa formula, che rappresenta il funzionalismo nello stile. Esistono diversi tipi di case di Krusciov, il più delle volte case prefabbricate o in mattoni, meno spesso case costruite con grandi elementi di cemento. I più conosciuti sono gli elementali Krusciov. Erano molto comuni perché la costruzione da elementi prefabbricati in cemento armato era rapida. Solitamente in tali case l'isolamento termico delle pareti esterne così come l'isolamento acustico all'interno della casa è scarso. Brick Krusciov, d'altra parte, è stato costruito principalmente in città che non avevano una propria industria edile. Per costruire case in muratura venivano spesso utilizzati mattoni di silicato e manufatti prefabbricati in cemento armato come paratie, slitte e vani scala. Tali edifici sono stati eretti rapidamente, spesso compromettendo la qualità degli edifici. L'elemento Krusciov è diviso in demolizione e permanente. I Krusciov da demolire erano intesi come una soluzione temporanea alla carenza di alloggi e si pensava fossero in uso da 25 anni, ma alcuni di loro non sono ancora stati rimossi dal patrimonio immobiliare. La vita di servizio dei Krusciov permanenti doveva essere di 50 anni. Tuttavia, studi successivi hanno dimostrato che la vita utile può essere estesa a 150 anni se gli edifici vengono ristrutturati. Brick Khrushchev appartiene a una serie di case permanenti con una durata di almeno 100-150 anni. Tuttavia, le singole case potrebbero diventare inutilizzabili in passato a causa della scarsa manutenzione o della scarsa qualità dell'edificio.

Livello di equipaggiamento

Le case costruite all'inizio dell'era staliniana erano molto diverse per livello di equipaggiamento. I cosiddetti "stalinki" della nomenclatura per l'élite avevano riscaldamento centralizzato, acqua calda e fredda, un bagno e servizi igienici separati e un ascensore e un pozzo della spazzatura nelle case a più di cinque piani. Le case della normale popolazione attiva spesso non avevano il bagno, ma i sanitari avevano solo un lavandino e un water. I residenti sono andati nelle saune pubbliche per lavarsi. C'era una stufa a legna per cucinare. L'acqua nelle abitazioni delle vasche da bagno era riscaldata da uno scaldabagno a legna o altro combustibile solido. Il riscaldamento del forno è stato progettato per le cabine basse. C'erano anche edifici residenziali senza impianto idraulico o scarichi, in alcune case i servizi igienici erano del tipo a secco. I controsoffitti erano in legno nelle cosiddette stalle degli operai e in alcuni tavoli costruiti per l'élite.