I bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki

Article

August 18, 2022

Hiroshima e Nagasaki sono due città giapponesi entrambe attaccate dagli Stati Uniti con una bomba atomica nell'agosto 1945 (Hiroshima il 6 agosto e Nagasaki il 9 agosto). Sono gli unici siti nella storia umana contro i quali una bomba nucleare è stata usata in guerra. Gli attacchi sono stati considerati un fattore importante alla fine della seconda guerra mondiale. Le bombe furono sganciate dai bombardieri B-29 Superfortress del 509th Composite Group. Il reggimento era di stanza sull'isola di Tinian nelle Isole Marianne. C'erano sempre tre aerei coinvolti nell'attacco, il bombardiere stesso, la macchina di misurazione e la macchina fotografica. Erano preceduti da velivoli meteorologici, poiché le bombe dovevano essere sganciate con il bel tempo. La bomba fu sganciata da un'altezza di 9.450 metri e la bomba esplose il 6 agosto 1945 alle 8:15 (JST) dopo essere caduta liberamente a un'altezza di 550 metri. La bomba aveva una potenza di circa 13 chilotonnellate di tritolo, che è un bel po' rispetto alle attuali armi nucleari, ma uccise immediatamente circa 75.000 persone. Questa bomba, chiamata Little Boy, pesava 4.000 libbre e utilizzava l'isotopo uranio-235. Una bomba simile non era mai stata testata prima. La bomba (Fat Man) esplosa sopra Nagasaki il 9 agosto 1945, era completamente diversa in quanto utilizzava il plutonio come materiale fissile. Questo tipo di bomba era già stata fatta esplodere una volta il 16 luglio in un sito di test Trinity nel New Mexico. La bomba pesava 4.545 libbre ed è stata sganciata da un B-29 chiamato Bockscar, pilotato dal maggiore Charles Sweeney. La bomba aveva una potenza di circa 20 kilotoni e un'altitudine di esplosione degli stessi 550 metri. La bomba è esplosa alle 11:02 (JST). Grazie al terreno collinare di Nagasaki, la devastazione fu leggermente inferiore a quella di Hiroshima, ma la bomba uccise circa 73.900 persone. I bombardieri B-29 Superfortress furono utilizzati nel bombardamento, poiché solo loro erano in grado di volare dalle Isole Marianne al Giappone e ritorno. L'altezza di caduta era inferiore rispetto a prima (fino a circa 0,5 chilometri) in quanto era di 8.800 metri. La decisione degli Stati Uniti di utilizzare una bomba atomica è stata successivamente criticata. Anche il presidente Dwight D. Eisenhower e il generale Douglas MacArthur da allora hanno affermato che il Giappone è stato virtualmente sconfitto. Il Giappone avrebbe negoziato la fine della guerra e dei suoi termini, ma la Dichiarazione di Potsdam definiva i termini per accettare la resa del Giappone, che legava anche gli Stati Uniti. I fautori dell'uso delle bombe sostengono che sono state salvate più vite, poiché più persone sarebbero morte nei bombardamenti convenzionali e in uno sbarco negli Stati Uniti. È stato anche affermato che il Primo Ministro del Giappone, il generale Hideki Tōjō, avrebbe anche ordinato l'esecuzione dei 100.000 prigionieri di guerra alleati in caso di sbarco sulle principali isole del Giappone; l'affermazione non è provata perché nell'agosto-settembre 1945 i giapponesi distrussero sistematicamente i loro archivi di guerra. Le bombe di Hiroshima e Nagasaki hanno mostrato quanto sia potente la bomba atomica: un bombardiere era in grado di distruggere un'intera città quando in precedenza richiedeva un attacco di centinaia di aerei e anche più del 20 percento di equipaggiamento e perdite di equipaggio per realizzarlo.

Volo verso Hiroshima e lancio di una bomba atomica

La bomba di Hiroshima è stata sganciata da un Boeing B-29 Superfortress dall'isola di Tinian, che prende il nome da Enola Gay da sua madre, il colonnello Paul Tibbets. La macchina di misura era il Grande Artista e la fotografia è stata fatta dalla macchina n. 91, Necessary Evil. La città bersaglio di Hiroshima era una normale città portuale giapponese che era stata a lungo una delle principali città di guarnigione. Aveva anche una significativa produzione in fabbrica relativa alle attrezzature militari. Gli americani evitarono di bombardare la città prima di usare la bomba atomica,