Filosofia

Article

October 3, 2022

I Filistei (Hepr. פלשתים, p'lishtim) erano i nemici dell'antico Israele. Sebbene l'origine dei Filistei non sia nota, sono generalmente considerati secondo chi? come una nazione marittima indoeuropea che invade l'area. In seguito, i Filistei divennero aramaici come molti altri popoli del Medio Oriente. Il potere dei Filistei fu infine indebolito nei periodi neo-siriano e neo-babilonese, ma anche dopo ci sono alcune menzioni di loro nei testi storici. Sebbene i filistei abbiano dato il loro nome alla Palestina, le loro origini sono diverse da quelle dei palestinesi semiti nella regione.

Filistei

I Filistei vivevano sulla costa meridionale di Canaan quando gli Israeliti arrivarono nella zona. Si dice che i Filistei governassero cinque città sulla pianura costiera di Sephela tra Joppa e Rafia: Gaza, Ashkelon, Ashdod, Ekron e Gat. Gli scavi archeologici confermano il collegamento di quelle città agli indoeuropei, almeno attraverso il commercio. I filistei si allearono con le città cananee, che gli israeliti o i filistei non potevano conquistare. Un esercito unito di tribù israeliane perse la battaglia di Ebeneser. I Filistei saccheggiarono l'arca dell'alleanza. E i Filistei portarono con sé i servi armati d'Israele, affinché potessero far guerra agli eserciti dei Filistei. I resoconti biblici di Davide e Golia e Sansone e Dalila raccontano dei conflitti tra i Filistei e Israele. I Filistei erano un popolo potente che andava quasi costantemente in guerra con gli Ebrei. Per molto tempo furono le uniche persone della regione che sapevano forgiare il ferro. Il territorio dei Filistei era chiamato Filisteo. Il nome cambiò in Palestina sotto l'Impero Romano. Origine dei Filistei I Filistei erano forse di origine greca, o almeno avevano forti legami culturali con la cultura micenea basati su scavi archeologici. La prima ceramica dei Filistei è la tarda ceramica di Elladia IIIC, tipo MYCIIIC: 1b, che apparve in Grecia a quel tempo. I Filistei portarono con sé il tipo IA/IB della prima cultura dell'età del ferro. Alcune parole forse indoeuropee parlavano del fatto che i filistei potevano originariamente parlare una lingua indoeuropea prima di adottare la lingua semitica. L'arrivo dei Filistei coincide con la migrazione dei popoli del mare. L'invasione dei popoli del mare distrusse le città della Fenicia settentrionale e della Siria, comprese Alakach e Ugarit, e probabilmente anche Tiro e Sidone. Con l'aiuto del suo esercito, Ramses III prevenne l'invasione dei popoli del mare nel Delta del Nilo. Questi fuggirono nel Levante. Gli Zaccariti trascorsero un momento in Fenicia sulla costa. I Filistei sono menzionati nel libro di Amos, dove Dio chiede: "Non ho fatto uscire Israele dall'Egitto, come ho fatto uscire i Filistei da Caftor e i Siri da Kir?" Kaftor sarà collegata a Cipro o anche a Creta o Anatolia. I risultati di uno studio genetico pubblicato nel 2019 su campioni di ossa filistee trovate ad Askalon suggeriscono che i filistei siano originari dell'Europa meridionale, forse della Grecia, della Sardegna o della penisola iberica. I risultati mostrano anche che i Filistei si sono rapidamente mescolati geneticamente con le popolazioni levantine locali e che il patrimonio genetico europeo si è fuso in modo irrintracciabile nell'arco di due secoli.

Vedi anche

Il Regno di Israele gente di mare I Cananei Micenei Corinne Mamane Museo della cultura filistea Fonti

Altrove sull'argomento

Filisteo nella Bibbia finlandese (1933/1938)