Ragusa

Article

August 14, 2022

Dubrovnik (italiano: Ragusa) è una città situata nella punta meridionale della Croazia, nella contea di Dubrovnik-Neretva. È una delle mete turistiche più significative della costa adriatica e un importante porto marittimo a livello nazionale. La popolazione della città era di 42.641 abitanti nel 2011. Il centro storico di Dubrovnik è un patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Storia

Fondazione della città

La città nacque nel VI secolo, quando l'Epidaurum romana (ora Cavtat) fu attaccata da slavi e avari. La gente di Epidaurum cercava un posto più sicuro dove vivere, che è stato trovato su un'isola rocciosa situata sul sito dell'attuale città vecchia di Dubrovnik, che si chiamava Laus (dal latino roccia). Nello stesso luogo del continente nacque l'insediamento croato Dubrava. Gli insediamenti croati e romani si fusero intorno al XII secolo. Lo stretto stretto che separava le città fu riempito e divenne la via centrale della città conosciuta oggi come Placa e Stradu. Il primo documento scritto conosciuto che menziona il nome Dubrovnik è del 1189.

Da città romana alla Repubblica di Ragusa

Per secoli il nome Ragusa è stato utilizzato per la città. Fu fortificato e furono costruiti porti su entrambi i lati dell'istmo. Dopo la caduta di Roma, Ragusa entrò a far parte dell'Impero Bizantino e crebbe fortemente dal IX secolo al XIII secolo. La città divenne un potente centro di scambi marittimi. Nel medioevo Ragusa era l'unica città-stato dell'Adriatico orientale in grado di competere con la Repubblica di Venezia. Venezia conquistò Ragusa nel 1205 e la città rimase in possesso di Venezia fino al 1358. La città vecchia di Dubrovnik fu costruita nel 13° secolo. Dopo il dominio veneziano, Ragusa divenne formalmente parte dell'Ungheria. Di tanto in tanto la città pagava anche denaro per la protezione all'Impero Ottomano. In pratica, però, grazie alla sua abile diplomazia, Ragusa riuscì a rimanere relativamente indipendente e divenne prospera. Ragusa aveva una propria flotta mercantile e il commercio fiorì nel XV e XVI secolo. Nel 1667 la città fu colpita da un terremoto, che distrusse quasi l'intera città, ad eccezione di alcuni palazzi e chiese del centro storico. Tuttavia, l'area è stata rapidamente ricostruita.

Dall'Austria ai giorni nostri

Napoleone conquistò Dubrovnik, indebolita da un terremoto, nel 1806. Quando Napoleone cadde nel 1815, la città divenne parte dell'Austria e successivamente dell'Impero Austro-Ungarico al Congresso di Vienna. Durante la Jugoslavia, la città divenne un'importante meta turistica. Durante la guerra in Croazia, che fece parte della guerra di disgregazione della Jugoslavia, Dubrovnik fu assediata dall'ottobre 1991 al maggio 1992. Il prezioso centro storico in particolare subì gravi danni. Secondo le stime, 82-88 civili morirono durante l'assedio. Oggi l'area è stata riportata allo stato originario.

Geografia e clima

Dubrovnik si trova sulla costa del Mar Adriatico. La città ei suoi dintorni sono un'exclave separata dal resto della Croazia, circondata dalla Bosnia-Erzegovina sulla terraferma. La striscia tra l'exclave e il resto della Croazia è larga solo 20 chilometri. Il periodo più caldo dell'anno è luglio-agosto, quando la temperatura media giornaliera massima è superiore ai 28 gradi. Il periodo più fresco è gennaio-febbraio, quando la temperatura media più bassa è di sei gradi. Piove più in inverno che in estate. Il mese più secco è luglio, quando piove circa 24 millimetri. Il mese più piovoso è novembre, quando piove circa 110 millimetri. La precipitazione annuale è di circa 1.040 millimetri. Ci sono circa 110 giorni di pioggia all'anno.

Tradizioni e turismo di Dubrovnik

Ai residenti di Dubrovnik piace citare con orgoglio il drammaturgo irlandese George Bernard Shaw, che visitò la città nel 1929 e scrisse: "Se vuoi vedere il paradiso in terra, vieni a Dubrovnik". Il santo patrono della città è San Blasio (Sveti Vlaho), le cui statue sono visibili in tutta la città. Il suo significato è simile a quello di San Marco -evan