Arco *

Article

May 18, 2022

Sagittario A* (Sgr A*) è una radiosorgente astronomica luminosa e molto compatta al centro della Via Lattea. Si pensa che questa massa sia un buco nero di macromassa. In apparenza, si trova al confine tra la costellazione del Sagittario e dello Scorpione. Sagittario A* (Sgr A*) si trova a circa 5,6 gradi a sud dello zodiaco, ed è visivamente vicino agli ammassi stellari Butterfly (M6) e Landa Scorpio (ex Shula). L'arco * è la posizione di un buco nero molto massiccio, come; Oggetti massicci al centro della maggior parte delle galassie a spirale ed ellittiche. La scelta del nome (Sagittarius * Sagittarius A) segue ragioni storiche: nel 1954 John de Krauss, insieme a Hussein-Ching Koo e Sean Matt, cita fonti radiofoniche; Identificate e indicizzate dal radiotelescopio dell'Ohio State University a 250 MHz, le sorgenti di quelle frequenze erano disposte in base alle parti della costellazione e la lettera loro assegnata arbitrariamente (A) rappresenta la sorgente radio più brillante della costellazione. Anche il segno zodiacale (*) era considerato "eccitante" per la sua scoperta, e in fisica atomica, la denominazione di un atomo nello stato eccitato è indicata da una stella. Il risultato di osservazioni di diverse stelle in orbita attorno ad un arco *; In particolare, la stella S2 è stata utilizzata per determinare la massa e il limite superiore del raggio di questo oggetto. Basandosi sulla massa crescente e sulla precisione del raggio esatto, gli astronomi hanno concluso che l'arco * è il buco nero centrale della galassia della Via Lattea. La sua massa attuale è di 4,154 milioni (0,014 milioni) di masse solari. Gaz ha ricevuto il Premio Nobel per la Fisica 2020 per aver scoperto che l'arco * è una massa compatta molto massiccia e che il "buco nero" è attualmente l'unica spiegazione plausibile per esso. Il 12 maggio 2022, gli astronomi hanno utilizzato il telescopio Horizon. un'immagine di un arco * scattata utilizzando i dati di osservazione radiofonica nell'aprile 2017, che ha confermato che l'oggetto era un buco nero. Questa è la seconda immagine confermata di un buco nero, dopo il buco nero di massa di Messier 87 nel 2019.

Buco nero centrale

In un articolo pubblicato il 31 ottobre 2018, è stata annunciata la scoperta di prove conclusive che l'arco * è un buco nero. Utilizzando il GRAVITY Gravity Interferometer e quattro telescopi molto grandi (VLT) per creare un telescopio virtuale di 130 metri di diametro, gli astronomi hanno rilevato masse di gas che si muovono a circa il 30 percento della velocità della luce.