Croazia

Article

June 27, 2022

Croazia (croato: Hrvatska) Ufficialmente conosciuta come Repubblica di Croazia (croato: Republika Hrvatska) è un paese dei Balcani (Europa centro-meridionale) confinante con Slovenia e Ungheria a nord, Serbia a nord-est e Bosnia ed Erzegovina a ad est Confina a sud con il Montenegro e il Mar Adriatico. Zagabria è la capitale e la città più grande della Croazia. La Croazia ha una popolazione di 3.901.000 abitanti; La maggior parte di loro sono croati. La religione comune del paese è il cristianesimo cattolico e la sua lingua ufficiale è il croato e la sua valuta è la kuna. La Croazia è uno dei paesi più sviluppati al mondo con un indice di sviluppo umano di 0,805. Il paese ha un reddito pro capite di $ 13.920 in base al valore ufficiale e $ 18.314 in base alla parità del potere d'acquisto nel 2014. Il turismo è una delle principali fonti di reddito in questo paese, che rappresenta il 20% della produzione economica totale di questo paese. Il sistema di governo croato è una repubblica parlamentare unicamerale. È membro di varie organizzazioni internazionali, inclusa l'Unione Europea, ed è stato membro non permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dal 2008 al 2009. La Croazia si separò dall'impero austro-ungarico nel 1918 dopo la fine della prima guerra mondiale e fu annessa al Regno di Jugoslavia. Dopo la seconda guerra mondiale, la Croazia divenne una delle unità fondatrici della Repubblica Federale di Jugoslavia. Il paese si separò dalla Jugoslavia il 25 giugno 1991 e dichiarò l'indipendenza. La guerra d'indipendenza croata durò circa quattro anni e si concluse con il successo dei combattenti per l'indipendenza.

Etimologia del nome

Il nome Croazia deriva dal medio latino Croātia, anch'esso derivato dallo slavo settentrionale-occidentale * Xrovat- e da Nia-slavo * Xŭrvatŭ e probabilmente dall'antico persiano (antico persiano) * xaraxwat-.

Sfondo

La Croazia era una colonia della Jugoslavia e si separò dalla Jugoslavia il 25 giugno 1991, dichiarando l'indipendenza. Dopo l'indipendenza dal governo croato, iniziò la propaganda contro i serbi e la distruzione dei negozi e delle case serbi. Successivamente, i serbi decisero di rimanere in Jugoslavia e si separarono dalla Croazia; Poi è scoppiata la guerra civile. Il governo croato ha lanciato due attacchi nella regione serba nel maggio e nell'agosto 1995, uccidendo molti serbi. Centinaia di migliaia di serbi furono costretti a fuggire dalla Croazia e l'aviazione croata li bombardò. L'esercito croato ha anche ucciso 18 forze di pace delle Nazioni Unite durante l'attacco. Quando l'esercito è entrato nelle aree serbe, ha bruciato e distrutto tutto. Tutto il bestiame dei serbi fu ucciso e i loro villaggi furono bruciati con la benzina.