کرتیر

Article

May 28, 2022

Cartier o Kardir (mediopersiano: 𐭪𐭫𐭲𐭩𐭫) era un religioso zoroastriano di alto rango durante il periodo sassanide che visse durante i regni di sette imperatori sassanidi, Ardeshir Babakan, Shapur I, Hormoz I, Bahram I, Bahram II, Bahram III e Narsa. Gli sforzi di Cartier per promuovere la tradizione della Mazda e per sopprimere altre minoranze religiose, inclusi ebrei, cristiani, buddisti e manichei, sono considerati significativi. Cartier ha lasciato quattro litografie e la sua immagine è stata rappresentata in numerose litografie, rendendolo l'unico monarca del periodo sassanide ad aver lasciato una sua litografia. Nonostante tale potere e autorità, nessun testo scritto menziona la sua vita e il suo lavoro e l'importanza del suo lavoro può essere misurata solo dai suoi scritti. Le sue quattro iscrizioni sono: Naghsh-e Rajab (KNRb), Naghsh-e Rostam (KNRm), Sarmashhad (KSM) e La Kaaba di Zoroastro (KKZ). Nelle iscrizioni di Sarmashhad e Naghsh-e Rostam, Carter afferma di essere andato all'Ascensione e di aver visto il mondo minoico. In queste iscrizioni, Carter, dopo aver espresso il suo grande servizio agli dei e ai governanti ed enumerato le buone azioni che ha compiuto per gli dei, chiede loro di mostrargli la strada per l'altro mondo in modo che diventi consapevole e sicuro. A questa ascensione, vede un principe a cavallo e una bandiera, che è stata interpretata come lo stesso Forouhar, Carter o il dio Bahram, e dopo aver incontrato un altro dio, raggiunge il piano più alto, incontra Ormazd, che ride in segno di soddisfazione , e lo pregano.

Cenni storici

Cartier è noto per le sue litografie in Persia: nel ruolo di Rajab (KNRb), sul lato sinistro della litografia di Ardeshir Babakan; Naghsh-e-Rostam (KNRm), a destra della statua della vittoria di Shapur I, dietro un cavallo; Sarmashhad (KSM), vicino all'antica strada achemenide da Susa a Persepoli a ovest del villaggio di Jarreh, sopra una litografia il cui soggetto è legato all'iscrizione; E sotto la versione medio persiana dell'iscrizione trilingue di Shapur I (medio persiano, partico, greco; ZKZ) sulla Kaaba di Zoroastro (KKZ), una torre simile a una pietra a Naghsh-e Rostam. L'iscrizione di Naghsh-e Rostam e un'iscrizione simile a Sarmashhad includono anche il contenuto dell'iscrizione della Kaaba di Zoroastro. La Kaaba di Zoroastro non contiene la narrazione dell'Ascensione, mentre l'iscrizione dell'iscrizione di Rajab è un riassunto dei concetti principali di un'iscrizione più lunga. E nei testi manichei