Parviz Meshkatian

Article

May 28, 2022

Parviz Meshkatian (15 maggio 1954 - 21 settembre 2009) è stato un compositore, musicista, professore universitario, ricercatore e suonatore di dulcimer iraniano. Sapeva anche suonare il setar. Biografia e attività artistica Parviz Meshkatian nacque nel 1334 a Neishabour. Ha imparato le basi della musica dall'età di sei anni con suo padre, Hassan Meshkatian, che era un maestro di dulcimer e conosceva il violino e la tromba. Ha studiato musica mentre studiava nella sua città natale di Neishabour e ha continuato a studiare e ad esercitarsi con suo padre fino alla fine del liceo. Nel 1974, è entrato alla Facoltà di Belle Arti dell'Università di Teheran e ha studiato la fila di Mirza Abdullah con Noor Ali Boroumand e la fila di musica tradizionale con Dariush Safvat. Davami, Saeed Hormozi e Yousef Foroutan hanno imparato. Continuò a suonare il dulcimer nel Centro per la Conservazione e la Disseminazione della Musica in maniera molto seria e riuscì a raggiungere una particolare e notevole abilità nel suonare questo strumento e potè anche fare molti grandi lavori nel campo della composizione e suonando il dulcimer, soprattutto nel campo dell'accompagnamento (Orchestral), esegue ballate e assoli. In questi anni Meshkatian si esibisce in numerosi concerti con cantanti come Parisa e Hengameh Akhavan, e nel 1977 forma l'Aref Ensemble. Insieme a Dariush Talaei ottiene una posizione privilegiata nel canottaggio. È la moglie di Afsaneh Shajarian, figlia di Mohammad Reza Shajarian, e ha due figli, Ava e Ain. La casa del maestro Meshkatian fu distrutta nel giugno و e completamente bruciata il ٩ Aban 140. Attività professionale Meshkatian iniziò a lavorare con la radio nel 1977 sotto la supervisione di Houshang Ebtehaj, ma si dimise dalla radio dopo l'incidente l'8 settembre 1978 e formò il Chavosh Institute con la collaborazione degli artisti Aref e Sheida. Poi, con la collaborazione di Shahram Nazeri, ha composto la ballata "Ti amo" basata sulla poesia di Rumi. Dal 1979 al 1988 e successivamente nei primi anni '70, ha collaborato con Mohammad Reza Shajarian, che ha portato a opere durature come Bidad, Astan Janan, Sir Eshgh, Nova, Dastan, Gonbad Mina, Dood Oud, Jan Eshagh e Ghasedak. Nella maggior parte di queste opere ha collaborato come compositore e suonatore di dulcimer (nel segreto dell'amore come solista e nell'anima degli amanti e del fumo di incenso solo come compositore).